Misure contro il caro energia per sport e Terzo Settore del Decreto Aiuti ter

Misure contro il caro energia per sport e Terzo Settore del Decreto Aiuti ter

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n. 144/2022, meglio noto come “Decreto Aiuti ter”, contenente “ulteriori misure urgenti in materia di politica energetica nazionale, produttività delle imprese, politiche sociali e per la realizzazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR)”.

Il testo normativo si propone di sostenere i settori maggiormente colpiti dal “caro energia”, intervenendo anche a favore di sport e Terzo Settore.

Decreto Aiuti ter: misure contro il caro energia per ASD ed SSD

L’art. 7, comma 1 dispone l’incremento “del Fondo di cui all’articolo 1, comma 369, della Legge 27 dicembre 2017, n. 205” di 50 milioni di euro per l’anno 2022, “da destinare all’erogazione di contributi a fondo perduto a favore di Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, discipline sportive, Enti di Promozione Sportiva e Federazioni Sportive “che gestiscono impianti sportivi e piscine”.

Il comma 2 precisa che entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del D.L. n. 144/2022, un apposito decreto “dell’Autorità politica delegata in materia di sport” provvederà ad individuare modalità e termini di presentazione delle domande, così come i criteri di ammissione, le modalità di erogazione nonché le procedure di controllo.

Decreto Aiuti ter: una tantum per operatori sportivi

Viene riconosciuta poi un’indennità aggiuntiva, pari a 150 euro, anche ai collaboratori sportivi già beneficiari “delle misure di sostegno per il contrasto alla crisi economica e sociale derivante dalla diffusione del Covid-19” e con le stesse modalità del precedente bonus di 200 euro.

A tal fine, l’art. 19, comma 12 dispone il trasferimento di risorse pari a 24 milioni di euro alla Società Sport e Salute S.p.A., precisando che le somme non utilizzate dovranno essere versate “dalla predetta società, entro il 31 dicembre 2022, all’entrata del bilancio dello Stato”.

Caro energia Terzo Settore: quali gli aiuti?

Tenuto conto “dell’aumento dei costi dell’energia termica ed elettrica nel terzo e quarto trimestre del 2022”, l’art. 8 dispone l’istituzione di un apposito fondo di 120 milioni di euro, per il riconoscimento “di un contributo straordinario calcolato in proporzione ai costi sostenuti nell’analogo periodo 2021”, a favore di Enti del Terzo Settore ed enti religiosi civilmente riconosciuti “che gestiscono servizi socio-sanitari e sociali svolti in regime residenziale, semiresidenziale rivolti a persone con disabilità”.

Il secondo comma riconosce alle organizzazioni iscritte al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, ODV e APS oggetto del processo di trasmigrazione automatica ed ONLUS iscritte alla relativa anagrafe, diversi da quelli precedentemente individuati, la possibilità di beneficiare di un fondo pari a 50 milioni di euro per il 2022, a sostegno dei “maggiori oneri sostenuti nell’anno 2022 per l’acquisto della componente energia e del gas naturale”, attraverso un contributo straordinario calcolato in proporzione ai costi sostenuti nel 2021 per la componente energia e il gas naturale”.

Un successivo DPCM, emanato entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del Decreto, provvederà a delineare modalità e termini di presentazione delle richieste.

Contributi per ETS: si possono sommare gli aiuti contro il caro energia?

Il quarto comma specifica la non cumulabilità dei due sostegni. Essi non concorrono “alla formazione del reddito d’impresa”, né della base imponibile IRAP “e non rilevano ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, comma 5, del testo unico delle imposte sui redditi”.

Possono essere abbinati ad altre tipologie di ausilio “che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condizione che tale cumulo, tenuto conto anche della non concorrenza alla formazione del reddito e della base imponibile dell’imposta regionale sulle attività produttive, non porti al superamento del costo sostenuto”.

Questo approfondimento è stato realizzato in collaborazione con la Dott.ssa Mimma Sgrò.

Tutto Non Profit © riproduzione riservata, MOVIDA SRL

Per approfondire consultate i nostri E-Book, le Guide ed iscrivetevi alla newsletter (che tratta di temi fiscali, gestionali, amministrativi e giuridici per SSD, ASD, ETS, ODV ed APS). Account social: Facebook (Movida Studio), Twitter (Movida Studio), Instagram (Movida Studio), Linkedin (MOVIDA SRL) e YouTube (MOVIDA SRL).

(Visto 1.440 volte, 1 visite oggi)

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *