Riforma dello Sport: il correttivo bis tra agevolazioni e nuovi adempimenti

Accanto alle disposizioni che regolano il lavoro sportivo, il Correttivo bis della Riforma dello Sport è intervenuto stabilendo alcune agevolazioni a sostegno degli enti sportivi e introducendo nuovi adempimenti, inclusa la necessità di adeguamento statutario ai dettami della Riforma.

Riforma dello Sport: i contributi previsti dal Correttivo bis

Viene riconosciuto un contributo ad ASD ed SSD iscritte al RAS che nel periodo d’imposta in corso al 31 dicembre dell’anno precedente a quello di erogazione” del beneficio in oggetto abbiano conseguito ricavi “di qualsiasi natura” inferiori a 100.000 euro “commisurato ai contributi previdenziali per i quali l’obbligo di denuncia e di versamento grava sulle predette associazioni e società sportive dilettantistiche versati sui compensi dei lavoratori sportivi […] titolari di contratti di collaborazione coordinata e continuativa erogati nei mesi di luglio, agosto, settembre, ottobre e novembre 2023.

Modalità e termini di concessione del benificio sono stabiliti con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri o dell’Autorità politica delegata in materia di sport, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

“Le società sportive dilettantistiche beneficiarie del contributo” devono pubblicare nel RAS l’importo ricevuto. “La cancellazione dal Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche comporta la decadenza dal contributo e il recupero dello stesso limitatamente alla quota del contributo fruita nel medesimo anno successivamente alla data di cancellazione”.

Esenzione Irap nel Correttivo bis

Il D. Lgs. n. 120/2023 stabilsce che “in ogni caso, tutti i singoli compensi per i collaboratori coordinati e continuativi nell’area del dilettantismo inferiori all’importo annuo di 85.000 euro non concorrono alla determinazione della base imponibile di cui agli articoli 10 e 11 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446”.

Correttivo bis e adempimenti: norme a tutela dei minori

“Ai minori che praticano attività sportiva si applica quanto previsto dal decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 39, recante attuazione della direttiva 2011/93/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 dicembre 2011, relativa alla lotta contro l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori e la pornografia minorile”.

Riforma dello Sport: adeguamenti degli statuti ai sensi del Correttivo bis

Il nuovo comma 1-quater dell’art. 7 del D. Lgs. n. 36/2021, sancisce che la mancata conformità dello statuto alle disposizioni del comma 1 “rende inammissibile la richiesta di iscrizione al Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche e, per quanti vi sono già iscritti, comporta la cancellazione d’ufficio dallo stesso”. ASD ed SSD “uniformano i propri statuti […] entro il 31 dicembre 2023“.

Si precisa che “le modifiche statutarie adottate entro il 31 dicembre 2023, sono esenti dall’imposta di registro se hanno lo scopo di adeguare gli atti a modifiche o integrazioni necessarie a conformare gli statuti alle disposizioni del presente decreto”.

Correttivo bis: novità su destinazione urbanistica e modello EAS

A conclusione della rassegna del Correttivo bis, si tenga conto di quanto stabilito dal nuovo art. 7-bis: “le sedi delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche in cui si svolgono le relative attività statutarie, purchè non di tipo produttivo, sono compatibili con tutte le destinazioni d’uso […], indipendentemente dalla destinazione urbanistica”.

Si segnala infine l’introduzione del comma 6-bis all’art. 6 del D. Lgs. n. 39/2021, il quale statuisce per ASD ed SSD iscritte al RAS l’esonero dall’obbligo di presentazione del modello EAS di cui all’art. 30, co. 1, del D.L. n. 185/2008.

Tutto Non Profit © riproduzione riservata, MOVIDA SRL

Per approfondire consultate i nostri E-Book, le Guide ed iscrivetevi alla newsletter (che tratta di temi fiscali, gestionali, amministrativi e giuridici per SSD, ASD, ETS, ODV ed APS). Account social: Facebook (Movida Studio), Twitter (Movida Studio), Instagram (Movida Studio), Linkedin (MOVIDA SRL) e YouTube (MOVIDA SRL).

Condividi su:

(Visto 666 volte, 1 visite oggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *