Proroga modifica statuti per ASD/SSD: slitta al 30 giugno il termine per l’adeguamento alla Riforma dello Sport

Il 16 dicembre scorso, è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge n. 191/2023, avente ad oggetto la “conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 18 ottobre 2023, n. 145, recante misure urgenti in materia economica e fiscale, in favore degli enti territoriali, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili”, che ha di fatto prorogato il termine per la modifica degli statuti in adeguamento alle disposizioni della Riforma dello Sport. Riforma dello Sport e proroga adeguamenti

Riforma dello Sport: firmato il Decreto per il nulla osta dei pubblici dipendenti

Attraverso una comunicazione del 14 novembre scorso, il Dipartimento per lo Sport ha reso nota la firma, ad opera del Ministro per la Pubblica Amministrazione Zangrillo, del Decreto attraverso il quale “vengono fissati i parametri per la gestione delle richieste dei dipendenti pubblici che intendano lavorare nello sport a titolo oneroso”, attualmente rimesso all’esame “degli Organi di controllo per la registrazione”. Riforma dello Sport e pubblici dipendenti: la disciplina L’art. 25, D. Lgs. n. 36/2021, dispone che

Titoli sportivi: senza non si possono attivare contratti di lavoro sportivo

Il titolo di quest’articolo potrebbe apparire come una riflessione ovvia, eppure ancora non tutti hanno compreso la portata di questa evidenza necessaria. Al di là di Leggi Regionali, anche un pò datate (vedi la legge 17 del 1996 Regione Piemonte, che penso proprio di conoscere bene) anche la recente Riforma dello Sport ha sottolineato l’importanza di titoli sportivi qualificanti. Questo per tutelare la salute delle persone che frequentano le attività sportive proposte da ASD/SSD. Contratti di lavoro

Riforma dello Sport: il correttivo bis tra agevolazioni e nuovi adempimenti

Accanto alle disposizioni che regolano il lavoro sportivo, il Correttivo bis della Riforma dello Sport è intervenuto stabilendo alcune agevolazioni a sostegno degli enti sportivi e introducendo nuovi adempimenti, inclusa la necessità di adeguamento statutario ai dettami della Riforma. Riforma dello Sport: i contributi previsti dal Correttivo bis Viene riconosciuto un contributo ad ASD ed SSD iscritte al RAS “che nel periodo d’imposta in corso al 31 dicembre dell’anno precedente a quello di erogazione” del beneficio in

Pubblicato il Correttivo bis della Riforma dello Sport

Dopo un’attesa lunga più di un mese, è stato finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il Decreto Legislativo n. 120 del 29 agosto 2023, contenente “disposizioni integrative e correttive dei decreti legislativi 28 febbraio 2021, n. 36, 37,38, 39 e 40”, che ha introdotto alcune importanti novità in tema di lavoro sportivo. Pubblicato il correttivo bis della Riforma dello Sport: il lavoratore sportivo È lavoratore sportivo: l’atleta, l’allenatore, l’istruttore, il direttore tecnico, il direttore sportivo, il preparatore atletico

Nuovo correttivo Riforma dello Sport: quali regole per ASD, SSD e lavoratori sportivi?

Lo scorso 26 luglio il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Meloni, del Ministro per lo Sport Abodi e del Ministro del Lavoro Calderone, ha approvato “in esame definitivo, un decreto legislativo che introduce disposizioni integrative e correttive dei decreti legislativi 28 febbraio 2021, nn. 36, 37, 38, 39 e 40”. Come riportato dal sito del Dipartimento per lo Sport, il Ministro Abodi ha espresso “soddisfazione per l’approvazione del correttivo alla riforma dello sport […]. Le

Convegno Riforma dello Sport: le novità in arrivo sul lavoro sportivo (30 giugno – Torino)

Dal prossimo luglio, dopo la proroga di sei mesi, sarà attiva la Riforma dello Sport e in particolare la Riforma del lavoro sportivo, che prevede l’abrogazione dei compensi sportivi in regime di 342 e la nascita di nuovi contratti «speciali». Il Vs. gradito intervento è per noi molto importante, per questo abbiamo posto in essere un tour, con tappa anche a Torino. Convegno Riforma dello Sport e del lavoro sportivo: quando? Dove? L’evento è in programma per

Proroga Riforma dello Sport: quando entra in vigore?

A seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge “Milleproroghe” (D.L. n. 198/2022), è ufficiale la proroga relativa all’entrata in vigore della Riforma dello Sport. Le disposizioni del D. Lgs. n. 36/2021, contenente la riforma degli enti sportivi e la nuova disciplina del lavoro sportivo, diverranno operative a partire dal 1° luglio 2023, dunque sei mesi dopo rispetto al termine precedentemente previsto. Proroga Riforma dello Sport e compensi sportivi Attraverso la modifica dell’art. 52, comma 2-bis

Riforma dello Sport post correttivo: cosa cambia per ASD/SSD e sportivi dilettanti?

Il 2 novembre scorso, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legislativo n. 163/2022, recante “disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 28 febbraio 2021, n. 36”. Composto da 31 articoli, il “correttivo” della Riforma dello Sport interviene su molteplici norme del Decreto Legislativo n. 36/2021, andando a modificare (di fatto) profondamente l’impianto previsto in antecedenza, con focus sulla disciplina del lavoro sportivo. Riforma dello Sport post correttivo: nuove forme giuridiche per lo svolgimento di attività

Decreto correttivo Riforma dello Sport: novità per ASD, SSD ed operatori sportivi?

Decreto correttivo Riforma dello Sport: novità per ASD, SSD ed operatori sportivi?

Attraverso il Comunicato stampa n. 87 del 7 luglio scorso, il Consiglio dei Ministri ha reso nota l’approvazione, “in esame preliminare”, di un decreto legislativo volto ad introdurre “disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 28 febbraio 2021, n. 36 in attuazione dell’articolo 5 della legge 8 agosto 2019, n. 86, recante riordino e riforma delle disposizioni in materia di enti sportivi professionistici nonché di lavoro sportivo”. Tramite sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali,