Credito d'imposta canoni di locazione: cos'è e come funziona per Associazioni e SSD

Credito d’imposta canoni di locazione: cos’è e come funziona per Associazioni e SSD

Tra le misure economiche messe in campo per contrastare gli effetti negativi del lockdown da coronavirus, il Decreto Legge n. 34 del 19 maggio scorso (meglio noto come Decreto Rilancio), ha introdotto all’articolo 28, il “credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda”. Si tratta di credito nei confronti dello Stato, concesso “ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni

Base associativa: la composizione per gli Enti del Terzo Settore

Base associativa degli Enti del Terzo Settore: la composizione per il MLPS

Definizione autonoma della “propria compagine associativa”, con possibilità di includere sia persone fisiche che soggetti collettivi (o superindividuali): questo il principio espresso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali all’interno della nota n. 1082 del 5 febbraio relativamente alla base associativa degli Enti del Terzo Settore (che verranno), in riferimento alla capacità di autodeterminazione riconosciuta agli ETS dai principi costituzionali in materia di “formazioni sociali e di libertà associativa”, ribaditi dall’art. 1 del D. Lgs 117/2017.

Compensi ai soci/amministratori di Associazioni, SSD ed ETS: quali i limiti?

Compensi ai soci/amministratori di Associazioni, SSD ed ETS: quali i limiti?

Con la risposta n. 452 del 30 ottobre scorso, Agenzia Entrate è intervenuta su un argomento estremamente delicato che prende le mosse da uno dei temi più controversi (e ricercati) per gli operatori degli Enti Non Profit: i compensi ai soci. L’emanazione del Codice del Terzo Settore, infatti, pur in assenza di piena operatività, ha ulteriormente ampliato il novero delle disposizioni sulla “distribuzione di utili“, circostanza che ne ha reso opportuno un chiarimento interpretativo al fine di

Per quali motivi un'Associazione (o un ETS) può escludere un socio?

Per quali motivi un’Associazione (o un ETS) può escludere un socio?

L’esclusione di un socio da parte di un Ente di tipo associativo (“vecchia associazione” o futuro Ente del Terzo Settore che sia) è consentita in presenza di gravi motivi che, in caso di contestazione, dovranno essere valutati dal giudice adito secondo il suo apprezzamento, tenuto conto di quanto stabilito dalla legge e dallo statuto o, in mancanza di espresse indicazioni al riguardo, secondo un’analisi proporzionale tra l’entità degli interessi lesi con l’addebito e la severità del provvedimento

Valutazione di impatto sociale per gli ETS: cos'è? Quali gli Enti obbligati?

Valutazione di impatto sociale per gli ETS: cos’è? Quali gli Enti obbligati?

Valutare l’impatto sociale del proprio operato, in coerenza con la natura giuridica, rappresenterà per i futuri Enti del Terzo Settore uno degli aspetti più delicati tra quelli introdotti dalla Riforma, vista la difficoltà di qualificare e quantificare le risultanze delle attività da loro promosse. Nonostante le criticità, tale valutazione potrà di certo rappresentare un costo per l’organizzazione, ma anche un’opportunità, da intendersi come strumento di trasparenza nonché “termometro” delle attività promosse per il raggiungimento delle finalità (ideali)

GDPR: nuovi adeguamenti dal Garante privacy per Associazioni ed ETS

GDPR Privacy: nuovi adeguamenti per Associazioni ed Enti del Terzo Settore

Nessuna pace per gli Enti sportivi (Associazioni e Società) e, più in generale, per gli Enti del Terzo Settore (quando verrà) che, in tema di tutela del trattamento dei dati personali, si sono trovati di fronte un nuovo provvedimento del Garante della privacy, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 luglio scorso. Racchiudendo principalmente disposizioni in tema di “trattamento di categorie particolari di dati”, il provvedimento n. 146 del 5 giugno 2019 si è occupato, nello specifico, delle

Obblighi di prevenzione per la sicurezza in Associazioni e Società Sportive

Obblighi di prevenzione per la sicurezza in Associazioni e Società Sportive

Gli ambienti di vita e di svolgimento delle attività di Associazioni, Enti del Terzo Settore (per i quali è stata prorogata la scadenza per gli adeguamenti statutari al 30 giugno 2020) e Società Sportive Dilettantistiche possono presentare rischi peculiari correlati sia agli esercizi svolti sia alla destinazione d’uso dei locali, dal momento che questi sono soliti ospitare contemporaneamente un numero elevato di soci/iscritti ed eventuali spettatori. I rischi non sono da ritenersi legati esclusivamente ad eventi emergenziali,

Cosa sapere per affittare/comprare un immobile? Guida per Associazioni e Società Sportive

Cosa sapere per affittare e comprare un immobile: guida operativa per Associazioni e Società Sportive

I privati che intendono acquistare o affittare una casa è opportuno che compiano una serie di verifiche preventive e di richieste documentali per sincerarsi che l’immobile che stanno per comprare/locare sia conforme sotto diversi punti di vista. Destino analogo anche per le Associazioni di ogni genere e specie (Sportive Dilettantistiche, culturali e ricreative, di promozione sociale o di volontariato, futuri Enti del Terzo Settore inclusi) e per le Società Sportive Dilettantistiche. Ecco quindi un approfondimento sul tema,

Esenzione imposta di registro e di bollo per la modifica degli statuti in Enti del Terzo Settore (o APS o ODV)

Se la Vostra Associazione Non Profit è stata investita dalla Riforma del Terzo Settore, nei prossimi mesi (qualora non vi abbia già provveduto, vista l’ennesima proroga al 30 giugno 2020) dovrà necessariamente modificare il proprio statuto, per adeguarlo quanto meno alle norme inderogabili (valutando anche le derogabili e quelle “facoltative”, così come da circolare MPLS del dicembre 2018) individuate dal Codice del Terzo Settore per i rispettivi Enti, le Associazioni di Promozione Sociale e le Organizzazioni di

Assemblee sociali: procedura, convocazione e verbale per l’approvazione annuale dei rendiconti

L’approvazione dei bilanci in un’associazione è il momento clou della vita associativa: vediamo la procedura per operare correttamente e non commettere errori che potrebbero condurre al rischio di vedersi disconosciuta la natura di Ente Non Profit, con tutte le (assai gravi) conseguenze del caso. Ci eravamo lasciati QUI individuando i presupposti normativi (art. 148 TUIR) e le ragioni (democraticità ed agevolazioni fiscali) in forza delle quali la sovranità dell’assemblea dei soci si deve manifestare (anche) annualmente con