Iscrizione newsletter

mercoledì 15 maggio 2013

Approvazione bilancio e avanzo di gestione a zero

DOMANDA: In sede di approvazione del bilancio, l'avanzo di gestione dell'Associazione deve essere per forza a zero?  Ho riscontrato nel parere di conoscenti che l'Associazione potrebbe avere dei problemi fiscali a livello di incassi e di dichiarazione delle entrate visto che, non essendo un ente a scopo di lucro, gli incassi devono obbligatoriamente essere pari alle uscite, quindi avanzo di gestione a zero.

 
RISPOSTA: Buongiorno. Riteniamo che sia necessario correggere le affermazioni relative adavanzo di gestione a zero”, infatti le cose non stanno così e questo errore rischia di creare problemi agli enti non profit. Un ente non profit deve avere un fine ideale e non economico e non può distribuire utili, nel senso che se a fine anno esiste un avanzo di gestione, questo non può essere distribuito (come se fosse un utile), ma va investito o portato a bilancio nell’anno successivo. Chiudere i rendiconti “a zero” è infatti una semplificazione scorretta e di fatto impossibile da realizzarsi. 

L'assemblea sociale deve riunirsi entro 4 mesi dalla chiusura dell'esercizio sociale, pertanto, per le Associazioni che hanno optato per l'anno sociale coincidente con l'anno solare, ci deve essere l'approvazione del bilancio preventivo e consuntivo entro fine aprile (per le Associazioni che hanno optato per l'anno scolastico - dal 1 settembre al 31 agosto - entro fine dicembre).  
La convocazione dell'Assemblea può avvenire mediante apposito avviso affisso all’albo dell’Associazione almeno quindici giorni prima della data di convocazione, indicando l’ordine del giorno, il luogo, data e ora di prima e seconda convocazione; oppure mediante comunicazione affissa sulla bacheca del sito web (anch’essa riportata almeno quindici giorni prima della data di convocazione, indicando l’ordine del giorno, il luogo, data e ora di prima e seconda convocazione), oppure con l’utilizzo della posta elettronica, della posta prioritaria, della raccomandata o di qualsiasi altro mezzo ritenuto idoneo. 
L'Assemblea sarà valida con la presenza della maggioranza (metà più uno) dei Soci. Se la prima convocazione andrà deserta, l'Assemblea è regolarmente costituita in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei Soci presenti.

Attenzione quindi!! L'approvazione dei bilanci deve avvenire rigorosamente entro 4 mesi dalla chiusura dell'esercizio e la chiusura dei bilanci con avanzo di gestione a zero è un falso mito!!

© riproduzione riservata 

Per restare aggiornati sugli altri articoli e sui nostri interventi, occorre cliccare su "ricevi le notifiche" nella pagina di facebook di Tutto non profit dopo aver cliccato su "Mi piace"

Per iscriverVi alla nostra newsletter gratuita inserire la Vostra mail in alto.

Stefano Bertoletti stefano@movidastudio.i
Gabriele Aprile gabriele@movidastudio.it

Su Facebook: Equipe Movida e Tutto Non Profit
Su Twitter: @EquipeMovida
Su Google+: Tutto Non Profit 
Su Linkedin: Equipe Movida

26 commenti:

  1. Azz....ci siamo dimenticati dell'assemblea...siamo nella m...e adesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona sera.
      Se avete piacere potete scrivermi privatamente al fine di fornirVi tutto il supporto necessario.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
  2. Buongiorno,
    per "bilancio" si intende il "rendiconto economico" o sono 2 cose diverse? Se si in cosa differiscono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno.
      In questo contesto sono sinonimi.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
  3. Buongiorno Gabriele.

    Vorrei farLe una domanda, a tal proposito, ma "all'opposto": da un punto di vista fiscale/amministrativo, chiudere un anno sociale in passivo, cioè con un disavanzo, è altrettanto consentito?

    La ringrazio per la risposta.

    Vittorio Cagnetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Vittorio.
      Succede che a volte un anno chiuda in disavanzo.
      In quel caso bisogna fare un commento al rendiconto consuntivo, indicando che il disavanzo è stato colmato da Pinco Pallino con le proprie risorse personali...
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
  4. Buongiorno,
    la ns ASD ha approvato due bilanci nello stesso anno solare (a giugno 2013 e dicembre 2013), il primo in ritardo rispetto ai termini di approvazione bilancio previsti da statuto e il secondo in anticipo rispetto allo stesso termine.
    L'esercizio sociale corrisponde all'anno sociale.
    E' vincolante la chiusura entro aprile dell'anno successivo? Rischiamo sanzioni?

    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno.
      Intanto bisogna leggere quanto indicato in statuto circa i periodi in cui svolgere le assemblee...in qualsiasi caso, potrebbero contestare le approvazioni al di fuori dei termini previsti da statuto e dalla Legge, ma non sono in grado di definire se vi sarebbero sanzioni e di quale importo.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
  5. Ritengo che, di fatto, un disavanzo debba corrispondere ad una eventuale saldo passivo bancario. Poichè il bilancio viene redatto secondo il principio di cassa e non può esistere una cassa negativa la perdita è gia stata colmata da Pinco Pallino .Siete d'accordo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno.
      Il Vostro ragionamento è corretto, ragionando per cassa.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
  6. A noi hanno fatto un controllo l'Agenzia delle Entrate e hanno detto che deve essere zero a tutti costi. Se avanza qualcosa è la prova inconfutabile che non è un'associazione ma un attività commerciale. Avevamo pensato che essere onesti era una cosa giusta, ma non vi illudete, ve la faranno pagare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno.
      Non siamo d'accordo con quanto indicato. Bisogna distinguere l'avanzo a zero con l'impossibilità di dividere utili. In qualsiasi caso, in caso di ricorso il giudice avrebbe sicuramente detto che la frase dell'Agenzia è senza fondamento.
      I migliori saluti, Gabriele Aprile

      Elimina
  7. Buongiorno a tutti, complimenti per il sito. Sono il segretario di una associazione sportiva dilettantistica, e sono salito in carica da pochi mese. Avrei una richiesta: in caso di disavanzo dell'anno 2014, nel bilancio preventivo del 2015 devo inserire tale disavanzo? Inoltre il bilancio di previsione per l'anno 2015, deve avere entrate=uscite, è corretto? Nel caso di disavanzo del 2014 che va inserito nel 2015, dovrò per forza aumentare le spese del 2015 al fine di pareggiare entrate+disavanzo, è corretto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona sera.
      Nel bilancio consuntivo bisogna indicare come viene coperto il disavanzo.
      Non comprendo cosa intenda con "aumentare le spese", o forse non voglio comprendere....
      I migliori saluti, Gabriele Aprile

      Elimina
    2. Mi sono espresso male. Ho un avanzo di gestione (non un disavanzo). La mia domanda è: lo devo inserire nel bilancio di previsione dell'anno 2015? In caso di risposta affermativa, il bilancio di previsione, nel quale dovrò inserire l'avanzo di gestione del 2014, dovrà avere il pareggio tra entrate ed uscite?

      Elimina
    3. Il bilancio di previsione, come il rendiconto consuntivo, deve essere chiaro e trasparente. Non vi è un criterio per la predisposizione, quindi predisponetelo come è comodo a Voi. Come avrete sicuramente letto nell'articolo, il bilancio in pareggio è un falso mito.
      Saluti, Gabriele Aprile

      Elimina
    4. Quindi il bilancio di previsione 2015 avrà un avanzo del 2014 e poi mi genererà, in fase di previsione, un ulteriore avanzo 2015?
      Ma è corretta una gestione di questo genere?
      Grazie mille per la disponibilità

      Elimina
    5. Il bilancio di previsione tiene conto delle ipotetiche entrate ed uscite per l'anno appena iniziato.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
  8. Domanda: La nostra Associazione, per Statuto, ha l'anno Sociale che inizia col 1° gennaio e finisce al 31 dicembre. Se il bilancio va approvato entro 4 mesi prima dal termine dell'anno sociale, il nostro si concluderà ad agosto, giusto? Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona sera.
      Faccio copia/incolla di quanto scritto nell'articolo: "L'assemblea sociale deve riunirsi entro 4 mesi dalla chiusura dell'esercizio sociale, pertanto, per le Associazioni che hanno optato per l'anno sociale coincidente con l'anno solare, ci deve essere l'approvazione del bilancio preventivo e consuntivo entro fine aprile (per le Associazioni che hanno optato per l'anno scolastico - dal 1 settembre al 31 agosto - entro fine dicembre).". Gabriele Aprile

      Elimina
  9. Buongiorno Gabriele,
    io sono socio di una associazione non a scopo di lucro, dove io e altri tanti soci non riusciamo a capire certe cose riportate in bilancio consuntivo perché un po' troppo generalizzate .Le chiedo :
    1) è possibile NON presentare ai soci ( 127 persone) il bilancio preventivo? cioè noi siamo chiamati adesso ad approvare il bilancio 2014 senza un preventivo.
    2) se qualche socio volesse visionare qualche pezza giustificativa prima di approvare il bilancio, PUO' richiederla? è nel suo diritto poterlo fare?
    3) il conto corrente bancario dell'associazione è segreto ai soci, oppure è possibile visionarlo?
    4) Se il bilancio non venisse approvato da uno o piu' soci per motivi reali e fondati, cosa succede?
    5) nel caso che cadesse il consiglio direttivo dell'associazione per la NON approvazione di un bilancio poco chiaro, i componenti del consiglio sciolto, possono ricandidarsi ad un eventuale nuovo CD come se niente fosse successo?

    Mille Grazie in Anticipo
    Nell'attesa di una Sua risposta
    Le faccio gli Auguri di Buona Pasqua

    Benvenuto Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Francesco:
      1) dipende da cosa è indicato nello statuto sociale. Solitamente i due rendiconti vengono approvati assieme;
      2) è possibile;
      3) è possibile;
      4) decadrebbe il consiglio direttivo;
      5) possono ricandidarsi, ma per ovvi motivi immagino che non verrebbero rieletti. Ovviamente possono candidarsi tutti i soci maggiorenni che desiderano. In qualsiasi caso, se non riuscite ad ottenere le risposte che Vi aspettate, esistono anche forze dell'ordine, A.E., ecc...
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
  10. Buongiorno Gabriele,
    mille Grazie per le sue preziose risposte,
    volevo chiederLe ulteriormente alcune altre cose che non mi ( siamo in parecchi a non capire) sono proprio chiare...:
    Ho letto molto il suo sito e ho visto che si parla di tantissime importanti cose che un privato non conosce ma, non ho trovato l'argomento giusto da paragonare al nostro caso (PROBLEMA ) lei ha parlato di statuto e qui casca l'asino come dice il detto!!
    Noi abbiamo 2 statuti molto differenti tra loro!!! Lei dira' ma è inaudito!!! beh!! lo penso anche io ma voglio avere il suo parere:
    Il vero statuto è stato scritto e impaginato alla nascita dell'associazione nel 2004 dal vecchio presidente e dai soci fondatori, successivamente nell'aprile del 2011 è stato preso come statuto ufficiale un altro scritto molto piu' articolato e diverso dal primo e tutto questo è stato fatto con una semplice assemblea ORDINARIA per approvare il bilancio del 2010 con convocazioni " incomplete " cioè non sono stati convocati tutti i soci; ed erano presenti solo 5 persone su 32 associate .
    Il vero e vecchio statuto prevedeva un assembla straordinaria ,e non una assemblea ordinaria con all'ordine del giorno modifiche statutarie!!!!
    Inoltre Gabriele, ammesso e non concesso che fosse possibile, nel verbale dell'assemblea avvrebbero dovuto verbalizzare quali Art. dello statuto venivano modificati e con quali eventuali modifiche.... è corretto???
    Mi illumini se puo?!!


    Cari Saluti Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Francesco.
      In situazioni come quella che mi ha evidenziato instauriamo un supporto professionale a seguito di approvazione di preventivo. Qualora interessato può contattarmi all'indirizzo gabriele@movidastudio.it I migliori saluti, Gabriele Aprile

      Elimina
  11. Buonasera.

    Scusate, ma su questo argomento c'è qualcosa che non mi torna molto.

    Facciamo un esempio pratico, nel 2013 è stato chiuso il bilancio con un avanzo di 1100€, destinati nel 2014 a coprire spese già identificate nel corso del 2013.

    I 1100€ avanzati non vanno a sommarsi nel bilancio del 2014, ma sono cmq soldi che non spariscono, rimangono li sul conto corrente.

    Nel 2014 si chiude il bilancio con un negativo di 1000€, dovuto all'utilizzo di quasi tutti 1100€ avanzati nell'anno precedente.

    Quindi in cassa rimangono ancora 100€ e nessuno deve rimettere niente, visto che erano soldi a tutti gli effetti disponibili.

    Fila il discorso?

    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno.
      Il Vostro ragionamento è corretto. Il 2014 si chiude con un avanzo di gestione di 100 euro.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...