Due per mille Associazioni culturali: requisiti e modalità di iscrizione

Due per mille Associazioni culturali: requisiti e modalità di iscrizione

Il testo del decreto attuativo di destinazione del due per mille alle associazioni culturali è ad oggi ancora in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ma gli Enti interessati avranno tempo fino al prossimo 26 aprile per iscriversi al relativo elenco tenuto presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Quali requisiti per iscriversi nell’elenco delle associazioni culturali per il due per mille

L’articolo 97-bis del “Decreto Agosto” ha nuovamente previsto la possibilità di destinare il due per mille in favore di una delle associazioni culturali iscritte nell’apposito elenco, a condizione che queste:
– abbiano esplicitato nel proprio statuto la finalità di svolgere e/o promuovere attività culturali;
– siano costituite da almeno 5 anni al momento della presentazione della domanda di iscrizione.

Fino al 26 aprile le associazioni culturali interessate ad accedere al riparto del due per mille che siano altresì in possesso dei requisiti richiesti potranno inviare la loro richiesta di iscrizione attraverso il Portale dei Procedimenti presente sul sito dei beni culturali, allegando, pena l’esclusione:
– una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, sottoscritta dal legale rappresentante, che certifichi il possesso dei requisiti per accedere al due per mille;
– una relazione descrittiva delle attività culturali svolte nell’ultimo quinquennio;
– copia dell’atto costitutivo e dello statuto vigente;
– copia del documento di identità del legale rappresentante.

Gli Enti in elenco per il due per mille 2016 cosa devono fare?

Le associazioni culturali già inserite nell’elenco del 2 per mille 2016 dovranno comunque confermare entro la medesima scadenza del 26 aprile (pena l’esclusione dal beneficio) di essere in possesso dei requisiti previsti attraverso dichiarazione telematica direttamente sul sito web del Ministero, allegando altresì:
– relazione descrittiva delle attività di promozione culturale svolte nell’ultimo quinquennio;
– fotocopia del documento di identità del legale rappresentante;
– in caso di intervenute modifiche rispetto ai dati comunicati ai fini dell’iscrizione nell’elenco del 2016, copia dell’atto costitutivo e dello statuto vigente (magari perchè adeguato alle previsioni del Codice del Terzo Settore, con recente proroga al 31 maggio prossimo per le modifiche statutarie con le maggioranze ordinarie).

Guida all’iscrizione e modalità di inserimento in elenco dal sito dei Beni Culturali

Sul sito dei beni culturali è disponibile sia la documentazione per l’iscrizione che la guida per la registrazione e l’accesso al portale.

Il tempo è poco (il DPCM è del 16 aprile), ma per gli Enti che rispondono ai requisiti fondativi del beneficio del due per mille farebbero bene a non farsi scappare questa opportunità, a maggior ragione in tempi di covid.

Tutto Non Profit © riproduzione riservata, MOVIDA SRL

Per approfondire consultate i nostri E-Book, le Guide ed iscrivetevi alla newsletter (che tratta di temi fiscali, gestionali, amministrativi e giuridici per SSD, ASD, ETS, ODV ed APS). Account social: Facebook (Movida Studio), Twitter (Movida Studio), Instagram (Movida Studio), Linkedin (MOVIDA SRL) e YouTube (MOVIDA SRL).

(Visto 245 volte, 1 visite oggi)

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *