Adempimenti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nelle associazioni e società sportive dilettantistiche

Cari lettori, dopo aver individuato gli adempimenti legati al D.P.R 151/11 (per intenderci quello sulla prevenzione incendi nei locali di spettacolo e nei centri sportivi, consultabile QUI per chi se lo fosse perso), dedichiamo questo approfondimento agli obblighi in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ex D. Lgs. 81/2008, che ai sensi del proprio articolo 3 “si applica a tutti i settori di attività, privati e pubblici, e a tutte le tipologie di rischio”.

Centri sportivi, palestre e locali di spettacolo: prevenzione degli incendi ex D.P.R. 151/11

Il nuovo regolamento di semplificazione delle procedure di prevenzione incendi, individuato dal D.P.R. 151/11 dell’1 agosto 2011, è entrato in vigore lo scorso 7 ottobre 2011, e successivamente prorogato al 7 ottobre 2014 (articolo 38 comma 2 del “Decreto del Fare”). Ora con il Milleproroghe 2015 è stato prorogato al 7 ottobre 2016  il termine ultimo per la presentazione della SCIA, tenendo presente che per usufruire della proroga sarà necessario presentare un idoneo progetto di adeguamento ottenendo

Modello UNICO 2015: termini prorogati

Il 16 giugno 2015 (come di consuetudine) sarebbe stato il termine per poter effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni fiscali (QUI un riassunto schematico degli adempimenti per Enti Non Profit). Il recente Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (GU n.134 del 12-6-2015), invece, ha decretato la “proroga dei termini di effettuazione dei versamenti dovuti dai soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati studi di settore”. Una bella notizia, pertanto, per i ritardatari

Cookie law: sanzioni salate per tutti gli Enti Non Profit che non si adeguano

A coloro che utilizzano internet con grande frequenza non sarà di certo sfuggito come negli ultimi giorni la maggior parte dei siti web visualizzati abbiano iniziato a richiedere l’accettazione espressa di un’informativa specifica per poter proseguire nella navigazione/consultazione “normale” del sito web. Ebbene trattasi della cosiddetta “cookie policy“, figlia della normativa di derivazione europea (direttiva 2009/136/CE) che l’Italia ha recepito con il Provvedimento del Garante della Privacy dell’8.05.2014 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 3.06.2014) e che è

Violazione dell’obbligo di tracciabilità dei pagamenti e versamenti per le Associazioni: ecco cosa si rischia!

“Nei diversi gradi di giudizio pendono controversie concernenti la violazione da parte della Associazioni sportive dilettantistiche (ASD) dell’obbligo di tracciabilità dei pagamenti e versamenti previsto dall’art. 25, comma 5, della legge 13 maggio 1999, n. 133 e l’applicazione del regime sanzionatorio di cui all’art. 4, comma 3, del decreto del Ministro delle finanze 26 novembre 1999, n. 473. A seguito della violazione di detto obbligo gli uffici, oltre a disconoscere in capo all’ASD i benefici di cui

Obbligo di POS: niente sanzioni? Così sembra…

Ritirato il DDL 1747 del Senato! Questo è quanto si vocifera da qualche ora… Ciò significherebbe (usiamo il condizionale perchè non è stato ancora ufficialmente accantonato) l’assenza di sanzioni per chi non si è ancora dodato di POS per i pagamenti superiori a 30 euro. Il 10 marzo 2015 pubblicavamo un articolo intitolato “POS assente? Ecco le sanzioni previste!” nel quale, ovviamente, l’attenzione del lettore era concentrata sulle conseguenze nel caso di assenza di POS. Ora, invece,

Dimenticato dello Spesometro 2015? Ecco la soluzione!

Cari lettori, qualcuno di voi hanno sentito parlare di Spesometro 2015 solo in questi giorni e non hanno fatto in tempo a presentarlo? Non è il caso di agitarsi, anche perchè non sarebbe comunque possibile portare indietro il tempo!!! Ora vi spieghiamo chi avrebbe dovuto presentarlo e come effettuare il ravvedimento operoso. L’OBBLIGO DI COMUNICAZIONE RIGUARDA: – cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute per le quali c’è obbligo di emissione della fattura, a

Obbligo di fattura elettronica per gli Enti Non profit senza partita IVA?

Cari lettori in questi giorni, quasi allo scadere del termine ultimo (31 marzo 2015) prima dell’entrata in vigore dell’obbligo di emissione di fattura elettronica da parte dei fornitori delle Pubbliche Amministrazioni (ne avevamo parlato già QUI), un’interrogazione parlamentare (la n. 5-05002, consultabile QUI) posta il 12 marzo scorso alla Commissione Finanze della Camera ha chiarito taluni aspetti relativi a questo adempimento. Non si lascino prendere da troppo facili entusiasmi tutti coloro che hanno appreso la notizia della

POS assente? Ecco le sanzioni previste!

Su iniziativa dei Senatori Aiello, Gentile, Bilardi e Di Giacomo è stato recentemente presentato il disegno di legge 1747 avente un duplice scopo: – “premiare” tutti coloro che, nonostante l’assenza di sanzioni, si siano allineati all’obbligo di POS imposto dal D.L. 179/2012; – sanzionare gli altri, che in assenza di multe per la mancata adozione degli strumenti di pagamento elettronici, hanno deliberatamente scelto di non rispettare la norma.Ecco le previsioni del disegno di legge (anticipate QUI) attualmente

Operazioni intracomunitarie per gli Enti Non Profit: iscrizione immediata all’archivio VIES

Cari lettori, affrontiamo oggi un tema caro a tutti gli Enti non commerciali che intendono e/o intenderanno effettuare in un prossimo futuro operazioni intracomunitarie (acquisti/cessioni di beni e/o servizi all’estero). Di sicuro i nostri followers più attenti si ricorderanno che in passato già avevamo affrontato l’argomento (producendo anche una guida gratuita, consultabile QUI) ma oggi vale la pena di tornarci su perchè un’importante novità ha appena modificato il panorama di riferimento. Già perchè se il D.L. 78/2010