Quali sono le agevolazioni fiscali di un Ente Non Profit (Associazione, Società Sportiva Dilettantistica, …)?

Decommercializzazione dei corrispettivi incassati dagli associati/iscritti, regime fiscale agevolato sui proventi commerciali ex L. 398/91, possibilità (soprattutto per gli Enti “sportivi”) di utilizzare contratti di collaborazione estremamente agevolati … e molto altro! L’idea di mettere “nero su bianco” le agevolazioni fiscali che caratterizzano gli Enti Non Commerciali (o Enti Non Profit, che dir si voglia) passa dall’esigenza di chiarire, nella maniera più semplice ed immediata possibile, quali siano le più rilevanti peculiarità (in positivo) della promozione di

Come può un’Associazione Non Profit evitare il disconoscimento della natura di Ente Non Commerciale?

Il rispetto delle previsioni statutarie di un’Associazione Non Profit attraverso una gestione democratica e trasparente anche nella sostanza può garantire la “tenuta” dell’Ente a fronte di un accertamento fiscale che ne sosteneva il disconoscimento della natura non commerciale. E’ proprio di oggi un interessante articolo di Eutenkne (consultabile QUI) che muove da un pronunciamento di una Commissione Tributaria Regionale per confermare ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, principi e criteri che oramai da anni andiamo

Associazioni Non Profit e falsi miti: facciamo chiarezza!

Obbligo di chiusura del bilancio a zero? Voto ai genitori dei soci minori? Divieto per i famigliari di far parte dello stesso Consiglio Direttivo? Rimborsi esenti (7500 euro) applicabili da tutte le associazioni in genere? Sfatiamo qualche “falso mito” e mettiamo un po d’ordine nel complesso sistema normativo che disciplina gli Enti di tipo associativo. Cari lettori oggi cercheremo di dissipare qualche dubbio che per gli addetti ai lavori risulterà probabilmente banale e “già sentito”, mentre di

Associazioni ed Enti Non Profit: come verificare la correttezza della gestione amministrativa e fiscale?

Numerose Associazioni ed Enti Non Profit in generale (ONLUS, SRL sportive dilettantictiche, …) si apprestano a riprendere le attività con l’avvicinarsi di settembre: vediamo quindi a cosa stare attenti e soprattutto come verificare se l’impostazione amministrativa e fiscale di un Ente senza scopo di lucro è “a prova di accertamento“. Essere certi che l’Ente che si amministra (o semplicemente a cui si appartiene) svolga le attività in maniera corretta e coerente con la normativa di riferimento dovrebbe

Il noleggio di beni ai soci di una Associazione è attività commerciale o istituzionale?

Per le Associazioni e le SRL sportive dilettantistiche può talvolta presentarsi la possibilità/necessità di fornire ai soci l’attrezzatura per poter svolgere una certa attività (sportiva o ricreativa): si tratta di attività commerciale o istituzionale? Come per ogni altro argomento anche in questo caso l’analisi non può che partire dalla norma di legge di riferimento. Sul punto l‘art. 148 del TUIR così si esprime: “1. Non è considerata commerciale l’attività svolta nei confronti degli associati opartecipanti, in conformità

Disciplina uniforme del rapporto associativo in un’Associazione Non Profit: cosa significa?

Disciplina uniforme del rapporto associativo, democraticità ed uguaglianza: come declinare questi obblighi di legge nella forma e nella sostanza della vita quotidiana di un’Associazione senza scopo di lucro? Sulla scia di uno dei nostri ultimi articoli (Perchè costituire un’Associazione? Cosa comporta? Come deve essere gestita? Iniziamo a fare ordine …), analizziamo oggi un altro requisto fondamentale che deve conoscere (e mettere in pratica) chi si appresta a costituire/gestire un’Associazione, sia essa sportiva dilettantistica, culturale e ricreativa, di

Perchè costituire un’Associazione? Cosa comporta? Come deve essere gestita? Iniziamo a fare ordine …

Chi si approccia al mondo del Non Profit spesso rimane sconcertato dalla quantità di informazioni disponibili gratuitamente online. Certamente non manca materiale su cui documentarsi, ma proprio per questa ragione distinguere le informazioni corrette ed aggiornate da quelle fuorvianti o datate si rivela presto indispensabile per chi vuol “far da sè” ed al contempo gestire l’Ente in maniera corretta e coerente. Cerchiamo dunque di fornire alcune certezze a coloro che muovono i primi passi verso la creazione/gestione

Cos’è una “ricevuta non fiscale”? Può emetterla un Ente Non Profit (Associazione o SSD)? In cosa consiste?

Nel tentativo di sfatare tutti i falsi miti che alimentano il mondo delle Associazioni e del Non Profit in generale, affrontiamo oggi un tema tanto caro a tutti i gestori di questi Enti: l’emissione delle ricevute. Detto in più di un’occasione che queste particolari tipologie di contribuenti non sono tenute (nel senso di obbligate) ad emettere scontrino o ricevuta fiscale in caso di cessione di beni o prestazione di servizi così come è stato disposto dal Decreto

Enti Non Profit: quando un corrispettivo è istituzionale? E quando è commerciale?

Gentili lettori, a poco più di due anni dal nostro articolo (sempre attualissimo) intitolato “Come distinguere le attività istituzionali da quelle commerciali per un’Associazione“, vista la quotidiana grossa mole di richieste di chiarimento sul punto, abbiamo deciso oggi di affrontare la questione della natura dei corrispettivi versati ad un Ente Non Profit da un altro punto di vista, muovendo l’analisi dall’articolo della legge di riferimento sul punto (cliccando QUI potete visionare anche un approfondimento video sul tema).

Lezioni di prova: come può gestirle correttamente un’Associazione o Società Sportiva Dilettantistica?

Cari lettori, di sicuro molti di Voi saranno alle prese con i preparativi per la riaperura, molti altri avranno già ripreso (qualcuno senza mai fermarsi) ed infine una buona parte di Voi sarà già alle prese con le richiestissime (in questo periodo) lezioni di prova … Sul tema ne abbiamo personalmente sentite di tutti i colori, motivo per cui abbiamo deciso di fare chiarezza in merito, cercando di fornire a tutti i gestori di Associazioni e Società