Iscriviti alla nostra newsletter!

venerdì 16 gennaio 2015

Registro CONI: cos'è? perchè? obbligo o opportunità?

Cari lettori affrontiamo oggi un tema caro a tutti gli Enti sportivi che proprio in questi giorni stanno provvedendo ad ottenere la "ratifica" della loro corretta iscrizione al Registro CONI stampando il relativo certificato, e questo dopo essersi regolarmente riaffiliati ad uno o più Enti di Promozione Sportiva o Federazioni Sportive Nazionali. Parliamo proprio del Registro CONI, cercando di definire cosa sia, che scopi abbia e se rappresenti per le Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche un obbligo oppure un'opportunità.

immagine Tutto Non Profit Registro CONI: cos'è? perchè? obbligo o opportunità?

Ma andiamo con ordine.

Il Registro CONI, la cui istituzione si deve all'art. 90 della L. 289 del 2002 cui è seguita una delibera del CONI stesso dell’11 novembre di due anni dopo, risponde a due esigenze indispensabili per gli Enti sportivi che vi si iscrivono ("associazioni sportive dilettantistiche senza personalità giuridica, associazioni sportive dilettantistiche con personalità giuridica, società sportive dilettantistiche costituite nella forma di società di capitali"):
1. riconosce gli effettivi fini sportivi degli Enti iscritti, secondo modalità, procedure di modifica e notifica demandate ad apposita delibera del Consiglio Nazionale del CONI stesso (ne avevamo parlato anche QUI, in relazione ad un pronunciamento giudiziale);
2. rappresenta il presupposto imprescindibile per poter godere della disciplina fiscale agevolata (e questo in forza del fatto che, come detto, il CONI è l’“unico organismo certificatore dell’effettiva attività sportiva svolta dalle società e dalle associazioni dilettantistiche”, ex art. 7, comma 1, del D.L. 136/2004).
Appare quindi evidente come con queste premesse l'iscrizione al Registro CONI costituisca per A.S.D. (con o senza personalità giuridica) e S.S.D. un adempimento obbligatorio non solo formale ma anche (e soprattutto) sostanziale, e questo dal momento che in difetto non si possono ritenere applicabili agli Enti le agevolazioni fiscali previste per le Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, che, senza volersi nascondere dietro un dito, spesso rappresentano uno dei motivi per cui molti decidono di investire il proprio tempo e le proprie risorse economiche nella promozione ed organizzazione di attività sportive dilettantistiche.

A buon lettor ... poche parole ;-) 

Per tutti coloro che intendessero verificare la gestione del "loro" Ente non profit (Associazione o Società Sportiva) abbiamo ideato un check di cui seguono specifiche. L'intervento proposto prevede:
-  invio da parte nostra via mail di apposito questionario in formato excel;
- trasmissione sempre a mezzo mail del questionario compilato unitamente ad una copia di statuto; 
- call conference su skype dedicata all’analisi del questionario, della gestione dell'Associazione ed alle eventuali criticità riscontrate, con verifica delle possibili soluzioni operative; 
- predisposizione, nell’arco dei 5 giorni lavorativi successivi alla call, di apposita relazione corredata dall’indicazione delle corrette modalità gestionali.
Per maggiori informazioni sul check, cliccate QUI mettendo come oggetto "info check". 

© riproduzione riservata

Volete sapere di più? Consultate le nostre guide (cliccando QUI) e richiedete un aggiornamento periodico e approfondito sulle tematiche gestionali e giuridico-fiscali di tutti gli Enti non Profit (ASD, OdV, ONLUS, APS, SSD,...) cliccando QUI. 

Per restare aggiornati sugli altri articoli e sui nostri interventi, occorre cliccare su "ricevi le notifiche" nella pagina di facebook di Tutto non profit dopo aver cliccato su "Mi piace".
 
Per iscriverVi alla nostra newsletter gratuita inserire la Vostra mail in alto 

Stefano Bertoletti stefano@movidastudio.it
Gabriele Aprile gabriele@movidastudio.it 

Su Facebook: Equipe Movida e Tutto Non Profit
Su Twitter: @EquipeMovida
Su Google+: Tutto Non Profit
Su Linkedin: Equipe Movida

4 commenti:

  1. Buongiorno e complimenti per tutto il lavoro che fate!
    Vorrei sapere se è obbligatorio registrare lo statuto all'agenzia delle entrate prima di poter essere iscritti al registro coni tramite la federazione di appartenenza.
    Grazie infinite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno e grazie!
      Si, è obbligatorio.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
  2. Ultimamente una mia cara amica e "collega" di iscrizioni in palestre varie mi ha sollevato la questione dell'iscrizione al CONI...
    Ė vero che quando ci si iscrive ad una palestra una parte della retta va a pagare l'iscrizione annuale al CONI? E in tal caso, se una si iscrive a più di una palestra contemporaneamente, è tenuta a pagare più volte il CONI?
    Mi sento assolutamente ignorante in materia. Chi mi illumina...?! Grazie. Ba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Un'ASD/SSD, anche ma non solo al fine di godere delle agevolazioni fiscali, deve necessariamente iscriversi al CONI attraverso l'apposito registro da questo organismo istituito. L'iscrizione può avvenire attraverso un Ente di Promozione Sportiva oppure una Federazione Sportiva Nazionale, i quali per provvedervi oltre ad una serie di documenti (atto/statuto, richiesta di iscrizione, documenti del legale rappresentante, ...) sono soliti richiedere una quota di affiliazione annuale comprensiva di iscrizione al Registro CONI. L'utente finale, destinatario dei "servizi sportivi" erogati dall'Associazione o Società Sportiva, non è chiamato ad alcun pagamento diretto sotto il profilo in esame. Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...