Rendicontazione del Cinque per mille

Cari lettori, come ben saprete l’ultima scadenza rimasta in relazione al 5 per mille 2015 (ne abbiamo parlato QUI) è quella del 30 settembre 2015, termine per la regolarizzazione della domanda di iscrizione e/o delle successive integrazioni documentali.

Ci siamo resi conto, in considerazione delle numerose richieste in tal senso, che i nostri interlocutori conoscono molto bene tutte le procedure per richiedere il beneficio, ma pochi di essi sono a conoscenza del fatto che, entro un anno dalla percezione della somma, gli stessi devono predisporre idonea rendicontazione del cinque per mille, oltre che conservare presso la sede legale tutta la documentazione inerente per un periodo non inferiore ai 10 anni. Inoltre, a partire dall’anno finanziario 2009, alcune tipologie di beneficiari di somme pari o superiori ai 20.000,00 euro devono anche presentare il rendiconto al Ministero del Lavoro e delle politiche sociali.

Onde evitare di fornire doppie informazioni o (peggio ancora) informazioni frammentarie, si rimanda per tutti gli approfondimenti al sito internet del Ministero, che in questa pagina riporta:
– informazioni generali;
– nuove linee guida per la rendicontazione
– modello di rendiconto;
– decreti ed elenchi dei rendiconti;
– FAQ;
– approfondimenti;
– contatti.

Non perdetevi in un bicchier d’acqua e ricordatevi di questo adempimento, onde evitare spiacevoli conseguenze …

Tutto Non Profit © riproduzione riservata

Per approfondire consultate i nostri E-Book, le Guide ed iscrivetevi alla newsletter (che tratta di temi fiscali, gestionali, amministrativi e giuridici per SSD, ASD, ETS, ODV ed APS). Account social: Facebook (Movida Studio), Twitter (Movida Studio), Instagram (Movida Studio), Linkedin (MOVIDA SRL) e YouTube (MOVIDA SRL).

(Visto 142 volte, 1 visite oggi)

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *