Iscriviti alla nostra newsletter!

lunedì 29 settembre 2014

Modello EAS: remissione in bonis per i ritardatari entro il 30 settembre 2014

Gli Enti non profit costituiti dopo il 1 agosto 2013 che non hanno ancora inviato il modello EAS (chi non sa cosa sia il Modello EAS può leggersi QUESTO articolo) per godere degli indubbi benefici fiscali hanno tempo fino al 30 settembre 2014 per regolarizzare l'inadempimento attraverso la ormai conosciuta remissione in bonis. 

Immagine Modello EAS: remissione in bonis per i ritardatari entro il 30 settembre 2014

COME FARE? 
Il Dl n.16/2012 ha stabilito che non è precluso l’accesso ai regimi fiscali opzionali, subordinati all’obbligo di una comunicazione preventiva (o di un’altro adempimento di natura formale) non eseguito tempestivamente, sempre che la violazione non sia stata constatata o non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altra attività amministrative di accertamento delle quali l’autore dell’inadempimento abbia avuto formale conoscenza, purchè il contribuente: 
a) abbia i requisiti sostanziali richiesti dalle norme di riferimento alla data di scadenza ordinaria del termine; 
b) effettui la comunicazione (o effettui l’adempimento richiesto) entro il termine di presentazione della prima dichiarazione utile (30 settembre di quell'anno), esclusivamente in via telematica; 
c) versi contestualmente l’importo pari alla misura minima della sanzione (258 euro) esclusa la compensazione prevista, con codice tributo 8114 nella sezione “Erario”, esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “Importi a debito versati”, con indicazione nel campo “Anno di riferimento” dell’anno per cui si effettua il versamento.
 
QUI potete leggere la pagina dedicata, sullo scadenziario fiscale dell'Agenzia delle Entrate.

© riproduzione riservata

Volete saperne di più? Potete richiedere un aggiornamento periodico e approfondito sulle tematiche gestionali e giuridico-fiscali di tutti Enti Non Profit (ASD, OdV, ONLUS, APS, SSD,...) cliccando QUI. 

Per restare aggiornati sugli altri articoli e sui nostri interventi, occorre cliccare su "ricevi le notifiche" nella pagina di facebook di Tutto non profit dopo aver cliccato su "Mi piace"

Per iscriverVi alla nostra newsletter gratuita inserire la Vostra mail in alto.

Stefano Bertoletti stefano@movidastudio.i
Gabriele Aprile gabriele@movidastudio.it

Su Facebook: Equipe Movida e Tutto Non Profit
Su Twitter: @EquipeMovida
Su Google+: Tutto Non Profit 
Su Linkedin: Equipe Movida

2 commenti:

  1. Salve, in riferimento al modello EAS avevo letto che le onlus non devono presentarlo. è vero?

    RispondiElimina
  2. Buon giorno.
    In quest'altro nostro articolo trova l'indicazione degli enti esonerati dalla trasmissione del modello EAS: http://www.tuttononprofit.com/2013/07/modello-eas-questo-sconosciuto-cose_24.html. Come vedrà sono esonerate le Onlus di cui al decreto legislativo n° 460 del 1997. Grazie per il commento.
    Stefano Bertoletti

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...