Registrazione di una ONLUS

Qualcuno mi aiuta per la registrazione di una ONLUS?

Qualche giorno fa ci siamo imbattuti in questa domanda sul web.
Buongiorno a tutti.
Da qualche giorno sto cercando informazioni su questo argomento, ho ricevuto già alcune risposte, ma vorrei ancora delle risposte grazie ad ******. Questi i quesiti:
– La richiesta del codice fiscale, necessaria per la registrazione all’Agenzia delle Entrate dello statuto di una ONLUS, prevede l’inserimento dell’acronimo sul certificato di attribuzione stesso, oppure occorre che questo termine si possa inserire dopo la conferma di iscrizione presso l’anagrafe? Come si fa in questa seconda ipotesi?
– Ho verificato l’articolo 17 del Decreto 460 del 1997 “Atti, documenti, istanze, contratti, nonche’ copie anche se dichiarate conformi, estratti, certificazioni, dichiarazioni e attestazioni poste in essere o richiesti da organizzazioni non lucrative di utilita’ sociale (ONLUS) sono esenti dall’imposta di bollo in modo assoluto”. Ritenete che nel momento della registrazione le marche da bollo devono essere apposte sugli atti da registrare (scrittura privata) presso l’Agenzia delle Entrate, visto che mi è stato chiesto?
Grazie a chi mi vorrà rispondere, ****

Questa la nostra risposta:
Buona sera ****.
– Il primo passaggio per procedere alla registrazione della ONLUS è richiedere un Codice Fiscale intestato alla stessa. Ovviamente per fare ciò è necessario che la domanda contenga la corretta e completa denominazione dell’ente: sarà poi compito degli Uffici preposti verificare la legittimità della presenza dell’acronimo “ONLUS” nel nome. Le riporto di seguito il riferimento della Circolare 14/E del 26 febbraio 2003 dell’Agenzia delle Entrate: “Al riguardo, si richiama l’attenzione degli Uffici sulla richiesta di attribuzione del codice fiscale da parte di un soggetto che inserisca l’acronimo ONLUS come parte integrante della denominazione stessa. In tal caso gli Uffici, nel trasmettere la richiesta di attribuzione del codice fiscale al sistema dell’anagrafe tributaria, non devono inserire l’acronimo ONLUS all’interno dell’apposito rigo riservato alla denominazione, per evitare che l’amministrazione finanziaria emetta documenti che potrebbero essere impropriamente utilizzati come certificazione nei confronti di terzi dello status di ONLUS”.
– Per quanto riguarda la questione delle marche da bollo, la Legge che Lei ha riportato (che è quella di riferimento) è estremamente chiara. Non tutti gli Sportelli dell’Agenzia delle Entrate forse la applicano come dovrebbero: nessun bollo è dovuto per modelli richiesti dalle ONLUS.
Abbiamo deciso di riportarla sul blog perchè riceviamo ormai costantemente richieste di chiarimento in merito agli aspetti normativi che regolano le ONLUS.

Ci auguriamo che finalmente riguardo questa questione ci sia chiarezza e, come sempre, ringraziamo chi (sia privatamente che pubblicamente) ci segue e ci dimostra gratitudine per gli interventi.

Tutto Non Profit © riproduzione riservata – VOLETE SAPERNE DI PIÙ? Consultate le nostre Guide (cliccando QUI) e richiedete un aggiornamento periodico e approfondito sulle tematiche gestionali e giuridico-fiscali di tutti gli Enti non Profit (ASD, OdV,ONLUS, APS, SSD, …) cliccando QUI.

(Visto 2.451 volte, 1 visite oggi)

Condividi su:

24 commenti

  1. Salve
    Per risultare ONLUS bisogna essere iscritti all'anagrafe delle onlus. Per essere iscritti bisogna mandare la comunicazione all'ufficio competente della regione con atto costitutivo registrato.
    Quindi devo prima registrare l'atto all'agenzia delle entrate ma all'agenzia delle entrate mi chiedono le marche da bollo perchè non risulta l'associazione nell'anagrafe onlus ma per risultare devo registrare l'atto e fare la comunicazione…
    morale della favola: per registrare sta benedetta onlus devo pagare sia imposta di bollo che di registro. qualcuno ha un'esperienza diversa?
    scusate la foga ma sono appena rientrato da una giornata devastante all'agenzia delle entrate di Catania (mi sono sentito come Asterix agli uffici del comune a Roma in "Le dodici fatiche di asterix"

  2. Buon giorno Gennaro.

    Nonostante fossimo assolutamente certi della nostra posizione relativa all'assoluta esenzione dall'applicazione dei bolli sugli atti delle ONLUS, ci siamo posti il problema di approfondire ulteriormente la questione.

    Premesso che:
    – la legge, con il Decreto Legislativo 4 dicembre 1997, numero 460 intitolato "Riordino della disciplina tributaria degli enti non commerciali e delle organizzazioni non lucrative di utilita' sociale" al suo articolo 17 (intitolato "Esenzioni dall'imposta di bollo") ha stabilito che "Nella Tabella allegata al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642, relativa agli atti, documenti e registri esenti dall'imposta di bollo in modo assoluto, dopo l'articolo 27, e' aggiunto, in fine, il seguente:
    "Art. 27-bis – 1. Atti, documenti, istanze, contratti, nonche' copie anche se dichiarate conformi, estratti, certificazioni, dichiarazioni e attestazioni poste in essere o richiesti da organizzazioni non lucrative di utilita' sociale (ONLUS).",

    Sul web abbiamo potuto confermare il nostro pensiero anche attraverso la verifica di quanto sostenuto da altri esperti del settore, in particolare il dottor Mazzini. Di seguito il riferimento: http://www.quinonprofit.it/?p=2132&cpage=1#comment-2343

    La invitiamo pertanto a prendere contatto con lo "zelante funzionario" chiedendo a Lui conto di quanto (evidentemente) erroneamente richiesto per le marche da bollo.

    A disposizione per qualsiasi chiarimento.

  3. ho registrato una onlus all'agenzia delle entrate di Roma a metà marzo: ho pagato i 168 € di registro ma non le imposte di bollo. Dalle ricerche che ho fatto mi risulta giusto così, anche se so che in alcune regioni il registro non si paga.

    1. Eh lo so….purtroppo la disinformazione c'è sempre….ribadisco quanto indicato comunque nell'articolo.
      I migliori saluti
      Gabriele Aprile

  4. Buongiorno,
    per le ONLUS è corretta la procedura che avete eseguito. La tassa di registrazione di 168 euro è comunque un costo che per una ONLUS deve essere considerato (anche se dal Vostro post leggo che in alcune regioni non viene fatto pagare). Sono esentate da questo pagamento le Associazioni di Volontariato invece….
    Grazie per l'intervento.
    Gabriele Aprile

  5. Mi potreste indicare la differenza tra una onlus decretata di diritto ed una onlus iscritta al registro regionale delle onlus?

    1. Buongiorno.
      Riporto di seguito quanto è possibile reperire sul sito "Fisco e Tasse".

      Sono ONLUS di diritto:

      • Le organizzazioni di volontariato di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266 iscritte nei registri istituiti dalle regioni e dalle province autonome di Trento e di Bolzano
      • Le Organizzazioni Non Governative (ONG) riconosciute idonee ai sensi della legge 26 febbraio 1987, n. 49
      • Le cooperative sociali previste dalla legge 8 novembre 1991, n. 381, iscritte nell’apposito registro prefettizio o nei registri provinciali delle cooperative sociali
      • I consorzi che abbiano la base sociale formata al 100% da cooperative sociali

      Tali enti diventano automaticamente ONLUS, senza che siano tenuti ad adeguare i propri statuti o atti costitutivi; sono inoltre esonerati dall’iscrizione nell’anagrafe unica delle Onlus istituita presso le Direzioni Regionali e Provinciali dell’Agenzia delle Entrate. Quest'ultimo adempimento deve essere invece rispettato dagli Enti che si costituiscono quali ONLUS.

      I migliori saluti

  6. Salve,
    tramite notaio e commercialista ho istituito un'associazione Onlus! Ho pagato mille euro dal notaio,mi è stato consegnato il codice fiscale ma dopo 3 mesi mi arriva una raccomandata dall'ufficio entrate che dice che a xausa di un errore ortografico formale dello statuto, la mia richiesta è incompatibile e quindi non posso esser iscritta al registro delle onlus! Che fare ora?? Non intendo pagare più nulla perchè l'errore è decisamente della commercialista! ho speranze di risolvere la questione senza interpellare avvocati come suggerisce l'agenzia delle entrate????

    grazie mille

    1. Buona sera,
      avendo pagato una fattura al commercialista che Vi ha predisposto lo statuto, il consiglio è di rivalerVi su di lui ed esporgli le spese per la modifica di statuto.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

  7. Gentilmente potrei sapere se il direttivo di una onlus può essere formato solo da una persona? quindi il presidente solamente?

    1. Buona sera.
      Ci vogliono minimo 2 persone, altrimenti saremmo di fronte ad una ditta individuale.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

  8. siamo un gruppo di professionisti, architetti, avvocati….ecc, ed abbiamo deciso di unirci in una onlus che …anche ha scopi affini alla professione che svolgiamo. noi non siamo nel consiglio direttivo. due domande:
    1.esiste qualche problema?
    2. possiamo da statuto mettere solo una persona come presidente e tutti noi solo soci fondatori?
    o necessitano per forza altre figure nel gruppo direttivo.
    grazie

    1. Buongiorno,
      costituire un'Associazione con gli scopi indicati non è assolutamente una buona idea, in quanto in fase di eventuale accertamento questa potrebbe essere inquadrata quale società di servizi camuffata da associazione per abbattere l'imposizione fiscale.
      Un'Associazione non può nascere da una sola persona, ma ce ne vogliono almeno due.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

  9. Gentili signori,
    abbiamo da poco costituito una onlus e vorremmo approfondire il campo con la costituzione di una fondazione onlus. Quali sono le differenze? cosa si può fare in più? che campo di applicazione ci consigliereste? grazie per il vostro servizio molto importante.

    1. Buongiorno,
      dipende da quella che è la mission dell'ente.
      Se avete piacere di approfondire la questione (indicandomi i Vostri scopi sociali), potete contattarmi privatamente all'indirizzo gabriele@movidastudio.it

      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

  10. Buongiorno.
    Volevo chiedervi, in merito al registro delle onlus.
    Ho registrato una onlus all'agenzia ed ho effettuato il versamento oltre ad aver apposto le marche necessarie in base alle righe. Ho ottenuto anche il codice fiscale(precedentemente). Adesso la banca per l'apertura del c.c. mi chiede la registrazione al registro delle onlus. Ma non doveva essere automatico avendo apposto le marche come mi ha detto l'impiegato dell'Agenzia delle Entrate? altrimenti cosa devo fare?
    Gentilmente mi potete aiutare?
    vi ringrazio anticipatamente, avete un ottimo servizio. Grazie

    1. Buongiorno.
      Premesso che non avevate l'obbligo dell'applicazione delle marche da bollo perchè una ONLUS è esente, l'iscrizione al registro delle ONLUS è differente rispetto alla registrazione presso l'Agenzia delle Entrate.

      Nella guida intitolata "ONLUS" reperibile all'indirizzo http://www.movidastudio.it/edizioni.php trovate tutta la procedura.

      Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore supporto professionale.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile
      gabriele@movidastudio.it

  11. Ho registrato l'atto costitutivo e richiesto l'attribuzione del codice fiscale, ma alla richiesta di atribuzione dell'acronimo ONLUS l'Agenzia delle Entrate ha rifiutato la registrazione intimandomi di pagare dalle 120 alle 180 € e l'obligatorietà dell'assistenza di un avvocato. Le mie domande sono: Posso chiedere la cancellazione della richiesta e dell'associazione? Quanto vado a Pagare?

    1. Buongiorno.
      Mi dispiace ma quanto Vi hanno comunicato circa l'avvocato non è corretto. Per registrare una ONLUS dovete pagare 168 euro+3,72 di diritti di segreteria e i bolli non dovete pagarli. Non appena registrati atto e statuto dovete fare l'iscrizione all'anagrafe delle ONLUS per godere dei benefici fiscali.
      Se avete bisogno di ulteriore supporto, potete contattarmi privatamente.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile
      gabriele@movidastudio.it

  12. Salve vorrei un informazione per quanto riguarda lo statuto e atto costitutivo posso trovare qualche modello su internet e fare tutto da me oppure c è bisogno di un commercialista?

  13. Salve,
    abbiamo registrato un’associazione culturale all’ufficio delle entrate pagando le 200 € e ricevendo il Codice fiscale. Abbiamo anche richiesto l’iscrizione come ONLUS non pagando correttamente i bolli. Purtroppo dopo una decina di giorni abbiamo ricevuto il rifiuto da parte dell’uff. entrate che rifiutava l’iscrizione e che se volevamo fare ricorso ci dovevamo avvalere di un legale. A questo punto non ci interessa essere ONLUS ma le domande sono. L’associazione è cmq registrata o no? Siamo in possesso di un Codice Fiscale valido o no? Dobbiamo tornare per pagare i bolli o no? Dobbiamo ricominciare da capo? Siamo nel marasma più completo! Grazie !

    1. Buongiorno. L’associazione è registrata sotto il profilo tecnico, ed il codice fiscale attrbuito è valido. Occorre però, in assenza di esenzioni, procedere con il pagamento/versamento delle marche da bollo da 16 euro nel numero di una ogni 4 facciate o 100 righe, cui aggiungere le sanzioni di legge. Cordialità, Stefano Bertoletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *