Legge 398/91: il regime fiscale agevolato per gli Enti Non Profit

Novità del 13 aprile 2015 – ATTENZIONE: Split Payment: esonerati gli Enti che abbiano aderito al regime 398/91.

Novità del 7 dicembre 2016 – ATTENZIONE: Enti in 398/91 (Associazioni e Società Sportive): ufficiale l’aumento del volume d’affari a 400.000 euro/anno.

Alzino la mano tutti gli operatori del terzo settore (Associazioni in genere e Società Sportive Dilettantistiche) che almeno una volta abbiano sentito parlare di “398“. Ok … ora la abbassino tutti coloro che sanno cosa sia e cosa comporti davvero questa fantomatica “398“. Ebbene se l’idea di alzare la mano nemmeno Vi ha sfiorati o se la seconda domanda Vi ha spiazzati … questo post fa per Voi (anche insieme a QUESTO nostro altro articolo).

 Gli Enti Non Profit hanno la possibilità di beneficiare di un regime fiscale agevolato (disciplinato dalla legge n. 398 del 16.12.1991, da cui prende il nome) in forza del quale godere non solo di tutta una serie di semplificazioni circa gli adempimenti contabili ma altresì di non pochi vantaggi in punto determinazione dell’IVA ed imposte dirette.Cerchiamo quindi di individuare adempimenti obbligatori, vantaggi e condizioni per l’accesso.

ADEMPIMENTI OBBLIGATORI IN REGIME 398/91
1. conservare e numerare le fatture emesse e di acquisto;
2. annotare sul registro ex D.M. 11.02.1997 i corrispettivi e gli altri proventi conseguiti nell’esercizio d’attività commerciali (QUI un approfondimento interessante);
3. versare trimestralmente l’IVA;
4. tenere il libro soci e il libro verbali assemblee;
5. presentare, se necessario, la dichiarazione dei redditi (Modello UNICO ENC) e il Modello 770.

VANTAGGI DEL REGIME 398/91
1. determinazione forfetaria del reddito imponibile (aliquota ordinaria sul 3% dell’imponibile commerciale) e dell’IVA (sul punto grande novità a partire dal 13.12.2014, ne abbiamo parlato QUI);
2. esonero dall’obbligo di tenuta di numerose scritture contabili (tra cui ad esempio libro giornale, libro degli inventari, registro beni ammortizzabili, …);
3. esonero dalla redazione dell’inventario;
4. esonero dall’obbligo di fatturazione in taluni casi.

CONDIZIONI PER L’ACCESSO AL REGIME 398/91
1. i soggetti con anno d’imposta coincidente con l’anno solare (gennaio – dicembre) devono aver conseguito nell’anno solare precedente proventi non superiori a 250.000 euro mentre gli altri, con anno d’imposta non coincidente con l’anno solare (settembre – agosto), devono aver conseguito proventi non superiori a 250.000 euro nel periodo d’imposta precedente;
2. le associazioni di nuova costituzione, devono rapportare il limite massimo dei proventi, al periodo intercorrente fra la data di costituzione e il termine dell’esercizio, computandolo a giorni.

Per tutti coloro che intendessero verificare la gestione della loro Associazione abbiamo ideato un check di cui seguono specifiche. L’intervento proposto prevede:
– invio da parte nostra via mail di apposito questionario in formato excel;
– trasmissione sempre a mezzo mail del questionario compilato unitamente ad una copia di statuto;
– call conference su skype dedicata all’analisi del questionario, della gestione dell’Associazione ed alle eventuali criticità riscontrate, con verifica delle possibili soluzioni operative;
– predisposizione, nell’arco dei 5 giorni lavorativi successivi alla call, di apposita relazione corredata dall’indicazione delle corrette modalità gestionali.

Per maggiori informazioni sul check, cliccate QUI mettendo come oggetto “info check”.

Tutto Non Profit © riproduzione riservata – VOLETE SAPERNE DI PIÙ? Consultate le nostre Guide (cliccando QUI) e richiedete un aggiornamento periodico e approfondito sulle tematiche gestionali e giuridico-fiscali di tutti gli Enti non Profit (ASD, OdV,ONLUS, APS, SSD, …) cliccando QUI.

(Visited 6.750 times, 2 visits today)

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti

  1. Buongiorno sono presidente di una associazione ASDRC registrata ufficialmente senza partita iva per causa di problemi vari, nell impianto organico e non attivi al 100% sul territorio siamo tenuti a effettuare tutte normative vigenti fiscali anche senza emolumenti e donazioni?