CERTIFICATO MEDICO

Finalmente una guida ed una risposta chiara sul certificato medico!

Sono anni che continuiamo ad attivarci contro un “paradosso” e un esercito di fenomeni. Abbiamo perciò deciso di scrivere questo E-Book perché crediamo che la salute e la sicurezza delle persone sia al primo posto e quindi … prima regola … “non nuocere”.

Sport sicuro, sport pulito, sport in sicurezza: non sono luoghi comuni e non rappresentano concetti vuoti, per cui occorre evitare sia il pressapochismo, sia la comodità di ritenere corretti solo gli strumenti che ci fanno piacere.

Veniamo quindi al quesito che questo E-Book desidera chiarire. Quando la signora Giuliana si iscrive per poter partecipare ad un corso non agonistico di nuoto, ad un corso di spinning, ad un corso di ginnastica, deve necessariamente produrre un certificato medico, considerato che non si tratta di attività agonistica (visto che per l’attività agonistica la necessità di un opportuno e specifico certificato è pacifica)? Ogni giorno dobbiamo dedicare importanti energie nel rispondere a questo quesito, naturalmente si rivolgono a noi gestori di impianti, organizzatori di eventi, ma anche istruttori sportivi, partecipanti alle attività e, ultimamente, anche genitori preoccupati e medici.

Ecco perché un E-Book GRATUITO, ecco il senso di questa nostra iniziativa! Buona lettura!

Tutto Non Profit © riproduzione riservata – VOLETE SAPERNE DI PIÙ? Consultate le nostre Guide (cliccando QUI) e richiedete un aggiornamento periodico e approfondito sulle tematiche gestionali e giuridico-fiscali di tutti gli Enti non Profit (ASD, OdV,ONLUS, APS, SSD, …) cliccando QUI.

(Visto 84 volte, 1 visite oggi)

Condividi su:

14 commenti

  1. Conosciuti il blog e lo Studio Movida attraverso questa guida, lascio il presente commento per esprimere un apprezzamento circa il lavoro svolto. Pur se con posizioni o opinioni non sempre coincidenti, forniscono costantemente importanti elementi di riflessione su un terreno in continua evoluzione e purtroppo raramente "bianco o nero" ma fisiologicamente (in Italia…) votato al "grigio". Un ringraziamento in più per la scelta di un'impostazione indirizzata alla condivisione e comunque al confronto.

    1. Buongiorno e grazie per quanto appena scritto!
      Come sempre restiamo sempre a disposizione.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

    1. Anch'io mi sono interessato proprio recentemente di questo argomento, in quanto non si trova un gran che come pubblicazioni sui certificatio medici non agonistici. Vorrei inviarvi la relazione che ho fatto per un confronto. Indubbio l'opportunità di chiedere il certificato medico di buona salute per attività non agonistica, (per quello che può contare, visto che il nostro stato di salute può cambiare nell'arco di 15 gironi, figuriamoci in un anno) cmq quello che mi interessava di più era sapere: Visto che un vero e prorpio obbligo non sembra esserci per alcune attività (vedi nota regione veneto 17/3/1994 prot. 9102/20112 ) se succede che uno che fa per esempio ginnastica pre sciistica si fa male, io presidente dell'ente ho forza per difendermi?
      Saluti
      Bortolin Marco

    2. Buongiorno Marco.
      Il vero obbligo esiste eccome e sulla nostra guida è evidenziato. Se una persona si fa male e non ha il certificato medico, la compagnia assicurativa non risponde, pertanto questa persona può rivalersi sul presidente dell'Ente.
      Se desidera può inviare la relazione all'indirizzo gabriele@movidastudio.it

      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

  2. Grazie Sabina, se avete necessità di altre risposte e/o materiali siamo a disposizione.
    I migliori saluti,
    Gabriele Aprile

  3. GRAZIE PER IL CONTRIBUTO INFORMATIVO RIGUARDO ALLA GIUNGLA…DI OPINIONI SUI CERTIFICATI MEDICI!!! IN QUESTO MODO SI HANNO RISPOSTE DA DARE AI SOCI CHIARE E CERTIFICATE.
    COMPLIMENTI PER IL LAVORO!
    SABINA

  4. Buongiorno Luca e grazie per il report.
    Indipendentemente dall'obbligo o meno del certificato medico, considerato che investiamo risorse per fare il tagliando alla nostra automobile, perchè non fare ogni anno un tagliando anche o noi stessi? Non mi sembra un'idea così assurda!!!
    Che ne pensate?
    Buona giornata,
    Gabriele Aprile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *