Istruttori sportivi e personal trainer. Come possono pagarli le ASD e le SSD?

DOMANDA: Buongiorno. Ho deciso di aprire una palestra. Bene: potete spiegarmi come posso pagare gli istruttori che lavoreranno da me? ENPALS, contributi, …, insomma, tutto! Grazie

RISPOSTA:  Buongiorno. La questione è molto delicata, in quanto nel tempo molte Associazioni sportive dilettantistiche ed Srl sportive dilettantistiche (in realtà anche Enti di promozione sportiva, federazioni, il CONI,…) hanno abusato della normativa (il riferimento è la legge 342/2000 che sostituisce la 133/1999), pagando gli istruttori fino a 7500 euro/anno in completa esenzione (per cui senza dover pagare alcun contributo ed alcuna imposta) senza preoccuparsi di nulla.
Il problema è che questi famosi 7500 euro/anno possono essere corrisposti solo a chi è studente, pensionato o che abbia un altro reddito di lavoro (evidentemente differente rispetto all’insegnamento di attività sportive), in quanto non sono redditi di lavoro, ma rimborsi spese sportivi.
Pertanto, chi fa questo nella vita deve aprirsi partita IVA (a tal proposito segnalo l’interessante regime dei minimi) o diventare dipendente dell’Associazione.

Tutto Non Profit © riproduzione riservata – VOLETE SAPERNE DI PIÙ? Consultate le nostre Guide (cliccando QUI) e richiedete un aggiornamento periodico e approfondito sulle tematiche gestionali e giuridico-fiscali di tutti gli Enti non Profit (ASD, OdV,ONLUS, APS, SSD, …) cliccando QUI.

(Visited 210 times, 2 visits today)

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *