Enti Non Profit: mutui a TASSO ZERO

Avete letto bene! Associazioni e società sportive dilettantistiche, parrocchie ed enti religiosi, ONLUS, federazioni sportive, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, Comuni e Province, possono ottenere mutui a TASSO ZERO fino a 150.000,00 euro per una durata di 15 anni (enti Locali) o di 10 anni (altri beneficiari) per la ristrutturazione o la realizzazione di impianti sportivi di base.
500 impianti sportivi di base: questo è il titolo dell’iniziativa, nata dalla collaborazione tra Presidenza del consiglio dei ministri e l’Istituto per il Credito Sportivo (ICS).Gli interventi che possono beneficiare del contributo sono i seguenti:
• interventi relativi ad impianti sportivi di base esistenti: ristrutturazione, ammodernamento, ampliamento, completamento, riconversione, adeguamento tecnologico, manutenzione straordinaria, interventi di bonifica dell’amianto, adeguamento alle normative sulla sicurezza e sull’abbattimento delle barriere architettoniche, efficientamento energetico, attrezzatura;
• interventi di acquisto o realizzazione di nuovi impianti sportivi di base.

Queste sono le spese ammesse al contributo:
• spese tecniche per la realizzazione dell’intervento (spese di progettazione, direzione lavori, ecc.);
• spese dovute ai lavori veri e propri per la realizzazione del progetto (materiali e relativa mano d’opera, ivi compresi i componenti e le strutture già realizzate in fabbrica, impianti tecnologici);
• spese per l’acquisto di attrezzature sportive, purché di stretta pertinenza dell’impianto sportivo (ad esempio le porte dei campi di calcio/calcetto, le reti dei campi da tennis/pallavolo, i canestri dei campi di basket, ecc.);
• l’I.V.A. è finanziabile agli enti locali ed ai soggetti privati per i quali costituisce un costo (es. ASD).

Per finanziare la parte di progetto eccedente la quota di 150.000,00 euro coperta dal mutuo a tasso zero (fino a 1.000.000,00 euro) si potrà ottenere un mutuo con un contributo negli interessi dell’1,20% per gli Enti Locali e dell’1,50% per gli altri soggetti beneficiari.
Le domande si potranno presentare a partire dalle ore 10:00 dell’11 maggio 2015 mediante invio di PEC all’indirizzo impiantisportividibase@legalmail.it e fino alle ore 17 del 15 luglio 2015.

Cosa state aspettando quindi? Se avete necessità di attivare degli interventi per la ristrutturazione o la realizzazione di impianti sportivi di base, questo è il momento giusto!

QUI il regolamento e la modulistica per richiedere il contributo. Buona fortuna!

Tutto Non Profit © riproduzione riservata

Per approfondire consultate i nostri E-Book, le Guide ed iscrivetevi alla newsletter (che tratta di temi fiscali, gestionali, amministrativi e giuridici per SSD, ASD, ETS, ODV ed APS). Account social: Facebook (Movida Studio), Twitter (Movida Studio), Instagram (Movida Studio), Linkedin (MOVIDA SRL) e YouTube (MOVIDA SRL).

(Visto 659 volte, 1 visite oggi)

Condividi su:

2 commenti

  1. Salve,
    Orazio minutoli, presidente dell’Avis comunale di Falcone (ME),
    desideravo sapere se ancora è possibile accedere a questi mutui.
    Siamo una Onlus, che sta acquistando un’autoemoteca, per la raccolta sangue nei piccoli centri della provincia di Messina e la quota che ci serve è di € 50.000,00 (cinquantamila euro), il costo totale del mezzo è di € 84.000,00.
    I miei recapiti:
    avisfalcone@virgilio.it
    3454967304
    3337351414
    In attesa, porgo cordiali saluti
    Orazio Minutoli

    1. Buongiorno. Come ha modo di leggere nell’articolo, le domande per poter beneficiare dell’agevolazione dovevano essere presentate a mezzo PEC dall’11 maggio 2015 al 15 luglio 2015. Cordialità, Stefano Bertoletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *