Maggio 2015: altre finte Associazioni Non Profit

Finte ONLUS, finte Associazioni Culturali,… queste realtà sono, purtroppo, sempre più radicate nel nostro Paese, sempre più all’ordine del giorno ed i quotidiani sono sempre pronti a darne notizia.

Sulla scia dei precedenti articoli dedicati a questo tema (QUI l’ultimo di febbraio 2015) abbiamo deciso di
elencare alcuni articoli del mese di maggio 2015, invitando i nostri lettori a segnalarci altri contenuti che aggiungeremo volentieri in questo scritto o nei prossimi.

Come promesso, titoli e fonti:
– La ONLUS era un’agenzia di hostess e modelle: rischia sanzioni per 6 milioni (QUI la fonte). Circa 450 collaboratori pagati in nero (QUI i rischi per il lavoro nero presso le Associazioni e Società Sportive). Nell’articolo leggerete che in realtà si tratta di una Associazione Sportiva Dilettantistica, ma la sostanza è la stessa;
– “Finta” associazione culturale sottrae al fisco ricavi per 500 mila euro (QUI la fonte). Nell’articolo troviamo scritto: “Rispetto a un volume d’affari dichiarato al Fisco per il valore simbolico di un euro, dichiarando l’attività ‘senza fini di lucro’, l’associazione avrebbe invece svolto un servizio in spiaggia, evitando di dichiarare gli importi conseguiti e omettendo di versare all’erario le imposte dovute“;
– Guidonia: truffatore chiede soldi per una finta ONLUS ai carabinieri (QUI la fonte). Nell’articolo troviamo scritto: Cinema Planet a Guidonia: truffatore chiede soldi per una finta onlus ai carabinieri La ONLUS cui diceva di appartenere era infatti inesistente e la somma di denaro raccolta non sarebbe stata destinata all’assistenza di donne vittime di violenza, bensì alle tasche del malvivente“.

Per tutti coloro che intendessero verificare la gestione della loro Associazione/Società Sportiva abbiamo ideato un check di cui seguono specifiche. L’intervento proposto prevede:
– invio da parte nostra via mail di apposito questionario in formato excel;
– trasmissione sempre a mezzo mail del questionario compilato unitamente ad una copia di statuto;
– call conference su skype dedicata all’analisi del questionario, della gestione dell’Associazione ed alle eventuali criticità riscontrate, con verifica delle possibili soluzioni operative;
– predisposizione, nell’arco dei 5 giorni lavorativi successivi alla call, di apposita relazione corredata dall’indicazione delle corrette modalità gestionali.

Per maggiori informazioni sul check, cliccate QUI mettendo come oggetto “info check”.

Tutto Non Profit © riproduzione riservata – VOLETE SAPERNE DI PIÙ? Consultate le nostre Guide (cliccando QUI) e richiedete un aggiornamento periodico e approfondito sulle tematiche gestionali e giuridico-fiscali di tutti gli Enti non Profit (ASD, OdV,ONLUS, APS, SSD, …) cliccando QUI.

(Visited 57 times, 1 visits today)

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *