Legge di stabilità 2015: nuove deduzioni/detrazioni per le erogazioni liberali in favore delle ONLUS

Cari lettori … innanzi tutto buon anno!

Il 2015 appena iniziato si è portato appresso un buon numero di novità, alcune poco “felici” (una su tutte il nuovo regime dei minimi, di cui abbiamo parlato QUI) altre molto di più. Bene, per iniziare l’anno nel verso giusto approfondiamo subito una bella notizia: il nuovo importo massimo per la detrazione delle erogazioni liberali in denaro in favore delle ONLUS.

A partire dal primo gennaio di quest’anno infatti è stato aumentato a 30.000,00 euro l’importo massimo per la deducibilità ai fini IRES delle erogazioni liberali in denaro (effettuate in maniera tracciabile) in favore delle Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale, aumentando al 26% la percentuale di detraibilità ai fini IRPEF. Questo dal momento che la legge di stabilità 2015 (pubblicata lo scorso 29.12.14 in G.U. n. 300, S.O. n. 99, a seguito della pubblicazione L. 190 del 23.12.14, consultabile QUI) al proprio articolo 15 ha stabilito che “al testo unico delle imposte sui redditi … sono apportate le seguenti modificazioni: a) nell’articolo 15, comma 1.1, le parole: “per un importo non superiore a 2.065 euro annui” sono sostituiti dalle seguenti: “per un importo non superiore a 30.000 euro annui”; b) nell’articolo 100, comma 2, lettera h), le parole: “per importo non superiore a 2.065 euro” sono sostituite dalle seguenti: “per importo non superiore a 30.000 euro“. Le disposizioni del comma 1 si applicano a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014“.

Per tutti coloro che intendessero verificare la gestione della loro Associazione abbiamo ideato un check di cui seguono specifiche. L’intervento proposto prevede:
– invio da parte nostra via mail di apposito questionario in formato excel;
– trasmissione sempre a mezzo mail del questionario compilato unitamente ad una copia di statuto;
– call conference su skype dedicata all’analisi del questionario, della gestione dell’Associazione ed alle eventuali criticità riscontrate, con verifica delle possibili soluzioni operative;
– predisposizione, nell’arco dei 5 giorni lavorativi successivi alla call, di apposita relazione corredata dall’indicazione delle corrette modalità gestionali.

Per maggiori informazioni sul check, cliccate QUI mettendo come oggetto “info check”.

Tutto Non Profit © riproduzione riservata – VOLETE SAPERNE DI PIÙ? Consultate le nostre Guide (cliccando QUI) e richiedete un aggiornamento periodico e approfondito sulle tematiche gestionali e giuridico-fiscali di tutti gli Enti non Profit (ASD, OdV,ONLUS, APS, SSD, …) cliccando QUI.

(Visited 82 times, 1 visits today)

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *