Ulteriore aumento dell’IVA fino al 25,5%

Cari lettori, probabilmente per i più affamati di informazione si tratta di una notizia già recepita negli ultimi giorni, pertanto ci limitiamo a riassumere in poche righe cosa potrebbe accadere.

L’esecutivo Letta non è riuscito a rispettare la scadenza prevista dal Governo Monti per permettere all’Italia di rientrare nei parametri di deficit stabiliti dalla UE. Ora il Governo Renzi deve recuperare risorse per rientrare nel 3% del rapporto di deficit stabilito dalla UE.

Se la spending review, prevista con l’ultima legge di Stabilità, non sarà sufficiente a comprimere la spesa pubblica, questi saranno gli aumenti previsti:
– IVA dal 22% al 24% nel 2016;
– IVA dal 24% al 25% nel 2017;
– IVA dal 25% al 25,5% nel 2018.

Inoltre:
– IVA dal 10% al 12% nel 2016;
– IVA dal 12% al 13% nel 2017.

Tutto Non Profit © riproduzione riservata – VOLETE SAPERNE DI PIÙ? Consultate le nostre Guide (cliccando QUI) e richiedete un aggiornamento periodico e approfondito sulle tematiche gestionali e giuridico-fiscali di tutti gli Enti non Profit (ASD, OdV,ONLUS, APS, SSD, …) cliccando QUI.

(Visited 8 times, 1 visits today)

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *