Certificato penale antipedofilia: importante novità

Cari lettori, oggi affrontiamo un argomento che ha fatto tanto discutere negli scorsi mesi: il certificato penale per Associazioni Non Profit e Srl sportive che operano con minori.

Dal primo articolo pubblicato il 1 aprile 2014 (consultabile QUI) ad oggi si sono susseguite una serie di interpretazioni che hanno integrato/modificato/stravolto quello che la normativa ha previsto (i rimandi colorati presenti nel primo articolo ne sono la dimostrazione). Se pensavamo però di non dover più sentire parlare di certificato antipedofilia ci sbagliavamo, perchè il 24 luglio 2014 il Ministero della Giusitizia ha pubblicato una Circolare intitolata: “Rilascio del certificato del Casellario a richiesta del datore di lavoro, secondo le disposizioni dell’art. 25-bis D.P.R. n. 313/2002, introdotto dal dlgs. n. 39/2014 (lotta contro l’abuso sessuale dei minori e la pornografia minorile)”, consultabile QUI.

La circolare in questione indica che “…l’acquisizione del consenso dell’interessato, prevista dalla citata circolare e allegata alla richiesta di certificato presentata del datore di lavoro, viene meno con il rilascio in esercizio del nuovo certificato. Si è quindi provveduto ad aggiornare la relativa modulistica, che non prevede più la sezione sull’acquisizione del consenso.“. Ciò significa che NON è più necessario il consenso dell’interessato per il rilascio in esercizio del certificato penale.

La nuova modulistica  è stata caricata sul sito del Ministero i primi giorni di settembre 2014 e potete consultarla cliccando QUI.

Tutto Non Profit © riproduzione riservata – VOLETE SAPERNE DI PIÙ? Consultate le nostre Guide (cliccando QUI) e richiedete un aggiornamento periodico e approfondito sulle tematiche gestionali e giuridico-fiscali di tutti gli Enti non Profit (ASD, OdV,ONLUS, APS, SSD, …) cliccando QUI.

(Visited 12 times, 1 visits today)

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *