Iscriviti alla nostra newsletter!

martedì 21 maggio 2013

Registrare marchio per Associazione?

DOMANDA: Qual'è la procedura per registrare il marchio della mia Associazione?


RISPOSTA: Buongiorno. Se il Suo interesse è quello di proteggere un marchio all'interno di uno o più settori specifici, è possibile prevederne la registrazione presso la Camera di Commercio competente. Questa garantirà al titolare della stessa l'uso esclusivo del simbolo registrato, per dieci anni e nelle classi richieste alla luce della Classificazione di Nizza in Italia (mi permetto di suggerire la previsione della classe 41: Educazione; formazione; divertimento; attività sportive e culturali).

Ai fini della registrazione del marchio è necessario:
- un modulo C (debitamente compilato) in 5 copie (su una delle quali va applicata una marca da bollo da 14.62 euro, e nel caso si richieda copia autentica del documento depositato è necessaria un'altra marca da bollo dello stesso importo). Qualora fosse necessario è possibile usufruire anche dei fogli aggiuntivi al modulo C;
- l'attestazione del versamento presso l'Agenzia delle Entrate stabilita tramite bollettino postale (l'importo varia a seconda se si tratti di primo deposito, 170 euro circa, o di rinnovo, 140 euro circa);
- il pagamento dei diritti di segreteria (circa 43 euro);
- eventuale lettera di incarico per le persone fisiche (accompagnata da una marca da bollo da 14.62 euro);
- eventuale documento di priorità;
- eventuale atto di delega per la firma del verbale di deposito.

Nel caso in cui avesse necessità di uno studio e realizzazione del marchio (logo), di una analisi di anteriorità, di supporto operativo per la predisposizione della documentazione di protezione, di compilazione e deposito della modulistica di registrazione, può contattarci senza problemi.
I migliori saluti,
Stefano Bertoletti 

© riproduzione riservata

Per restare aggiornati sugli altri articoli e sui nostri interventi, occorre cliccare su "ricevi le notifiche" nella pagina di facebook di Tutto non profit dopo aver cliccato su "Mi piace"

Per iscriverVi alla nostra newsletter gratuita inserire la Vostra mail in alto.

Stefano Bertoletti stefano@movidastudio.i
Gabriele Aprile gabriele@movidastudio.it

Su Facebook: Equipe Movida e Tutto Non Profit
Su Twitter: @EquipeMovida
Su Google+: Tutto Non Profit
Su Linkedin: Equipe Movida

32 commenti:

  1. Gentilie Dott. Bertoletti,
    sono presidente di un'Associazione no-profit non riconosciuta. Ho registrato il marchio (sia nominale che "figurativo", quindi facendo 2 domande) della mia Associazione presso la Camera di Commercio della mia città. Ora, dopo un paio di mesi, mi è arrivata la comunicazione del mancato pagamento della Tassa di Concessione Governativa relativa ad entrambe le domande (per un totale di circa 500 euro). Vorrei sapere se anche a lei risulta (come mi era stato detto a suo tempo dal funzionario dell'Ufficio Brevetti) che la mia associazione è esente in quanto no-profit, oppure se dobbiamo davvero pagare queste tasse con relative more. In rete trovo esenzioni solo relativamente alle ONLUS.

    La ringrazio per l'interessamento,
    a presto
    Giovanni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Giovanni.
      La compilazione del modulo C prevede tra gli altri campi l'inserimento degli estremi di pagamento della tassa di concessione governativa (AE Centro operativo di Pescara). Ad oggi non mi risultano esenzioni di sorta, ma mi stupisce che Le abbiamo approvato/registrato i modelli in assenza di questa specifica.
      I migliori saluti,
      Stefano Bertoletti

      Elimina
  2. Gentilie Dott. Bertoletti,
    sono presidente di un'APS. Abbiamo intenzione di registrare un marchio (non il nome/simbolo dell'associazione, ma il nome/simbolo di una iniziativa della stessa associazione). Mi chiedevo se le domande possono essere presentate a nome dell'APS, o è indispensabile che il firmatario sia una persona fisica.

    La ringrazio in anticipo
    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Angelo.
      Le domande possono essere presentate anche a nome dell'APS.
      Nella documentazione da compilare bisogna crociare l'apposita voce.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
    2. Grazie,
      per la rapida risposta, gentilissimo. La APS è non riconosciuta, quindi se non erro non è una persona giuridica. Cambia qualcosa?

      Cordiali saluti
      Angelo

      Elimina
    3. E' persona giuridica ma non è ente con personalità giuridica. Sono due cose differenti. I migliori saluti. Gabriele Aprile

      Elimina
  3. buongiorno, è possibile registrare un marchio anche a seguito della nascita di una ASD??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno.
      Assolutamente possibile.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
  4. Salve,
    ho realizzato una guida per il paziente oncologico, dopo avere fatto l'esperienza del cancro. Volevo registrare la guida, ma sconosciuto modalità e costi. Grazie. Anita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Anita.
      Mi dispiace ma non ci occupiamo di queste attività.
      I migliori saluti,
      Gabriele Aprile

      Elimina
  5. Salve,
    vorrei aprire un sito internet con un nome e un logo che non vorrei registrare (almeno per il momento).Come posso tutelarmi qualora qualcuno volesse appropriarsi del nome della mia Associazione e del suo logo? Posso appellarmi alla proprietà intellettuale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno.
      Potete contattare il servizio di registrazione marchi e brevetti ponendo a loro il quesito.
      I migliori saluti, Gabriele Aprile

      Elimina
  6. Filippo Gandini20 ottobre 2015 21:49

    Buongiorno, solo il presidente di una associazione ludico culturale regolarmente registrata alla camera di commercio circa 3 anni fa.
    Di recente, un mese circa, è successo che un altra associazione abbia dato il via ad un progetto che, oltre ad organizzare la nostra stessa tipologia di eventi nella stessa zona, porta il nome della nostra associazione se non per una lettera modificata.
    Mi chiedevo se fosse possibile fare qualcosa a riguardo o fosse prima necessario registrare il nome della associazione come un marchio.
    Cordiali Saluti

    Filippo Gandini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon giorno Filippo. Posto che non è possibile impedire ad un Ente di tipo associativo di adottare il nome di un'altra associazione (a meno che non si tratti di un nome di fanatasia, regolarmente registrato, o del quale sia possibile provare il preuso), il suggerimento è sicuramente quello di registrare un marchio che possa certificare che un dato progetto (il Vostro) è organizzato da un certo tipo di Ente (che per primo lo ha attuato). Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina
    2. scusate, anche io sono presidente di una neo costituita associazione e volevo registrare il logo di un nostro progetto da noi patrocinato. volevo sapere in questo caso chi era l'autorità competente per la registrazione e avere un'idea dei costi. grazie!

      Elimina
    3. Buongiorno. I costi variano a seconda del soggetto che La assiste professionalmente per la pratica in questione. Ad oggi i diritti di segreteria ammontano ad euro 43, le imposte per le classi di registrazione del marchio invece ad euro 101 per la prima e 34 per ciascuna oltre la prima. A questo si aggiungano le marche da bollo, da euro 16 in funzione della pagine/copie richieste. Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina
    4. Gent.le sign. Bertoletti.
      La nostra ASD è stata opportunamente registrata (tramite statuto ed atto costitutivo) presso l'Agenzia delle Entrate. Affiliati alla FIF, all'ASI e quindi al Coni, abbiamo registrato ulteriormente il marchio (simbolo con il nome in calce) alla Camera di Commercio. Il tutto nel 2014.
      Recentemente è nata una Palestra in un paese limitrofo al nostro, con la stessa dicitura ASD ..... ma con logo diverso. Dopo opportuna segnalazione, hanno pensato bene di aggiungere al nome la dicitura "CENTER" per evidenziare la differenza.
      Mi chiedo. E' possibile che una ASD prenda il nome di un'altra ASD esistente e debitamente registrata?
      Grazie.

      Elimina
    5. Buongiorno Marco. Se il Vostro Ente ha registrato un logo comprensivo di raffigurazione grafica e nome, ovviamente potete impedire ad altri soggetti di utilizzare quanto da Voi protetto e registrato. Non potete però impedire ad altre associazioni di utilizzare un nome analogo al Vostro, a meno che non si tratti di un nome di assoluta fantasia e non un termine di uso comune. Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina
  7. Salve.
    Da una ricerca effettuata sul web sono approdato su questo sito, sicuramente quello giusto.
    Approfitto dell'occasione per esporre un quesito su una mia esigenza di carattere personale.

    Qualche mese fa, sono stato promotore di un'idea insieme ad altre persone, dove da quest'ultimi è nata un associazione ONLUS aventi finalità sociali e senza scopo di lucro.
    La predetta associazione sta facendo uso di un marchio figurativo ideato e realizzato dal sottoscritto, per via di una serie di considerazioni siamo giunti all'accordo di procedere alla sua registrazione. Gli aventi diritto saranno due persone fisiche e non giuridiche, ognuno titolare di una quota percentuale.

    Mancando il presupposto della mia partecipazione nell'associazione, abbiamo deciso in via alternativa di sottoscrivere un accordo separato di concessione in licenza a titolo oneroso, rimando inteso che lo stesso non apparterrà all'associazione, la quale sarà classificata solo come "utilizzatrice".

    Il dubbio che mi pongo è il seguente: può un'associazione ONLUS essere licenziataria di un marchio d'impresa e sottoscrivere un contratto di licenza per lo sfruttamento economico? Ossia, può avere gli stessi diritti di una società di persone o di capitali facendone un uso di tipo commerciale?

    Spero di aver esposto la mia esigenza in maniera chiara ed esaustiva.
    Ringrazio anticipatamente per la risposta.
    Un cordiale saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon giorno Domenico.
      Premesso che se il marchio verrà registrato da due persone fisiche lo stesso non potrà in nessun caso appartenere all'associazione (salvo eventualmente una cessione diretta), dal punto di vista tecnico nulla osta alla sottoscrizione di un accordo in forza del quale i proprietari del marchio ne concedano l'uso all'associazione. Appare però fortemente contradditorio rispetto alla natura non lucrativa dell'Ente (ONLUS) sottoscrivere un accordo funzionale a sfruttare il marchio, come da Lei precisato, dal punto di vista "commerciale". Certamente sarà possibile che l'associazione, se autorizzata, utilizzi il marchio per contrddistinguere le proprie attività/progetti, ma di certo non per sfruttarlo sotto il profilo "commericiale". Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina
  8. Buon giorno Stefano.
    Riscontro con piacere che i miei dubbi non erano infondati e La ringrazio sentitamente per avermi fornito un suo parere.
    Mi permetto di farLe un’ultima domanda.

    In assenza di finalità commerciali, si potrebbe optare per una concessione del marchio a titolo NON oneroso, dove l’associazione ONLUS s’impegna a farne un solo uso ai fini di immagine e/o rappresentazione?

    Grazie anticipatamente.
    Cordiali saluti
    Domenico



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon giorno Domenico.
      indubbiamente sì: è possibile che un dato Ente utilizzi un marchio specifico funzionale ad identificare inizative e progetti dallo stesso poste in essere. Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina
  9. Buonasera Stefano,
    approfitto anch'io della Sua profonda conoscenza della materia.
    Domanda: Se una associazione no-profit titolare di un marchio registrato (che identifica le proprie iniziative) cede ad altra associazione no-profit l'utilizzo del marchio, può chiedere il versamento di un contributo per fini istituzionali o per iniziative congiunte senza rischiare la presunzione di attività commerciale da parte del fisco?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Se il pagamento pattuito avviene per l'utilizzo del marchio detta somma non può essere configurata quale istituzionale, poichè trattasi di corrispettivo per un servizio evidentemente commerciale. Discorso diverso se trattasi di contributo liberale o donazione, scevra da qualsiasi rapporto sinallagmatico e dunque non legata all'utilizzo del marchio in sé stesso. Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina
  10. grazie della risposta ma purtroppo sono veramente ignorante sull'argomento.
    trattandosi della registrazione di un marchio per un progetto di una non profit, quali sarebbero i soggetti che potrebbero assisterci in tale pratica, a chi chiedere la registrazione?
    grazie in anticipo della sua pazienza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Chiunque si occupi professionalmente della registrazione di marchi, oppure in alternativa può anche prenedere contatto con la camera di commercio e provvedervi autonomamente. Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina
  11. Buongiorno,
    Mi chiamo Francesca e dallo scorso anno organizzo una manifestazione in memoria di mio figlio. La manifestazione utilizza un logo da me ideato e vorrei tutelarlo. Non ho una onlus o una associazione, non ho un' azienda o altro. Vorrei semplicemente registrarlo. La manifestazione non è a fini di lucro, le offerte che riceviamo vengono tutte donate ad associazioni che si occupano in vari modi di bimbi oncologici (come mio figlio).
    Pensa sia possibile registrare questo logo?
    Grazie moltissimo
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. E' assolutamente possibile che una persona fisica registri un proprio marchio/logo. Segnalo in proposito sito dell'UIBM sul quale potrà trovare tutte le indicazioni del caso: http://www.uibm.gov.it/index.php/marchi/registrare-un-marchio-in-italia. Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina
  12. Buongiorno signor Bertoletti, ho un caso un po' particolare da sottoporre. Il logotipo della nostra associazione (logo e nome) sono stati creati e registrati, prima della creazione della stessa, da uno dei consiglieri.
    Ora, a seguito di divergenze, lo stesso ne rivendica la proprietà e ne vieta l'uso.
    Fatto salvo il logo che è sostituibile, come va considerato il nome dell' associazione regolarmente depositato in momento successivo?? È possibile usarlo indipendentemente o essendo registrato nel logo non è possibile usare nemmeno il nome??
    Grazie e saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Massimo. Se è stato registrato un certo marchio comprensivo di logo e denominazione, ciò significa che QUEL marchio (comprensivo di QUEL logo e della denominazione riportata secondo il tratto grafico utilizzato nella registrazione) non può essere utilizzato da altri all'infuori del titolare e da coloro da questo autorizzati. Certo è però che se il nome dell'Ente non è di fantasia ma consiste in termini di uso comune (ad esempio asd W lo sport) nessuno potrà impedirvi di utilizzare questo nome per l'Ente. Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina
  13. Salve
    Volevo chiedere se dopo aver ottenuto l'iscrizione della nostra ODV nel registro del volontariato della Regione, è necessario effettuare altri passaggi per essere ONLUS

    E se la registrazione del logo e nome dell'Associazione sono due cose distinte e separate e come e quando deve essere rinnovata ?

    Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno. Le organizzazioni di volontariato iscritte nei registri istituiti dalle regioni e dalle province autonome (Legge 266/1991) che non svolgono attività commerciali diverse da quelle marginali indicate nel decreto 25/5/1995 sono da considerarsi "ONLUS di diritto", circostanza che implica che detti Enti non debbano richiedere l’iscrizione all’anagrafe delle ONLUS presentando una comunicazione all’Agenzia delle Entrate.
      Per quanto riguarda invece il marchio (proteggibile per dieci anni in Italia, e poi da rinnovarsi), è possibile procedere ad una registrazione di un logotipo contenente sia la denominazione che il logo vero e proprio. Cordialità, Stefano Bertoletti

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...